Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Campania, Sanità

Sanità, al Sud e in Campania si vive meno: oggi i dati dell’Osservatorio Nazionale della Salute nelle Regioni Italiane

Enorme svantaggio delle province di Caserta e Napoli 
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione Campania

E’ la Campania la regione dove si vive di meno. Secondo quanto riporta l’Osservatorio Nazionale della Salute nelle Regioni Italiane, in un focus dedicato alle disuguaglianze di salute in Italia. Si vive più a lungo a seconda del luogo di residenza o del livello d’istruzione. Il dato sulla sopravvivenza – è emerso dallo studio – mette in luce l’enorme svantaggio delle province di Caserta e Napoli che hanno una speranza di vita di oltre 2 anni inferiore a quella media nazionale, seguite da Caltanissetta e Siracusa che palesano uno svantaggio di sopravvivenza di 1,6 e 1,4 anni rispettivamente. Le province più longeve sono Firenze, con 84,1 anni di aspettativa di vita, fa totalizzare 1,3 anni in più della media nazionale, seguita da Monza e Treviso con poco più di un anno di vantaggio su un italiano medio. Troppe le differenze tra regione e regione: mentre in Campania nel 2017 gli uomini vivono mediamente 78,9 anni e le donne 83,3, nella Provincia autonoma di Trento 81,6 gli uomini e 86,3 anni le donne . La speranza di vita nel Mezzogiorno si attesta a 79,8 anni per gli uomini e 84, meglio nelle regioni del Nord-est, dove la speranza di vita per gli uomini è 81,2 anni e per le donne 85,6.