Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Economia, Ludopatia

Codacons presenta progetto per combatterla con l’onoterapia

La proposta illustrata durante un convegno sulla “Pet therapy” ospitato dal Senato
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione

Nel corso del convegno che si è tenuto oggi al Senato dal titolo “Pet Therapy e disabilità infantile” promosso dall’onorevole Michela Vittoria Brambilla, il Codacons ha presentato un progetto per curare la ludopatia con l’ausilio degli asini. L’associazione, assieme alla Rete italiana di interventi assistiti con animali, ha partecipato all’incontro presentando un innovativo progetto che si  propone di utilizzare l’onoterapia, ossia gli asini, per ottenere risultati sul piano della lotta alla dipendenza da gioco. “Il giocatore d’azzardo patologico è nella maggioranza dei casi un individuo che ha perso il piacere di relazionarsi con gli altri, ha spesso problemi sociali e familiari e si trova in una condizione di solitudine – ha spiegato per Codacons e  Rete italiana IAA la dottoressa Paola Assennato – L’onoterapia per le sue proprietà terapeutiche e per la caratteristica forma di comunicazione che si instaura tra l’utente , l’operatore e l’asino, può essere un grande supporto per il giocatore patologico nel suo obiettivo di riconquista dell’autostima e del riconoscimento sociale. L’asino con le sue caratteristiche etologiche, fisiche, comportamentali e simboliche rappresenta un facilitatore alla relazione, e la relazione con l’asino è il mezzo, lo strumento della terapia”. L’associazione infine ha chiesto al ministero della Salute un formale intervento per potenziare la Pet Therapy ed inserire gli interventi assistiti all’interno dei Lea.

Notizie correlate