Accedi

Politica

Euro, Salvini: Esperimento fallito. Se noi al Governo revisione profonda. Prima la Costituzione della Ue

Il leader della Lega presenta due economisti anti-Euro (Borghi e Bagnai) che correranno per il Carroccio
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione

“Verba volant scripta manent. La coalizione di Centrodestra ha sottoscritto un programma elettorale che al punto 3 recita l’impegno a far sempre prevalere la Costituzione e l’interesse dell’Italia sulle norme comunitarie. Non credo ci sia altro da aggiungere”. Matteo Salvini stronca così le polemiche sulle divergenze di vedute fra Silvio Berlusconi che va a Bruxelles e diffonde cordialità e concordia con le istituzioni Ue e la sua ferma volontà di arrivare, una volta al governo, ad una “profonda revisione dell’Euro”. Lo fa in un conferenza stampa  a Montecitorio, indetta per presentare due candidati della Lega che, da autorevoli economisti , confermano che la moneta unica va considerata “un esperimento fallito”. Si tratta di Claudio Borghi, già responsabile economico del  Carroccio e Alberto Bagnai, docente universitario da sempre assai critico verso euro e fiscal compact. Il primo sfiderà il Ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan nel collegio uninominale di Siena (“Grazie a Matteo che mi permetterà di far lavare col voto ai senesi l’onta di un Pd che ha lasciato spolpare Mps”). Il secondo sarà candidato in Abruzzo e Lazio (“Salvini è l’unico che ha mostrato rispetto umano per il mio lavoro”). “Noi non cambiamo idea a differenza di altri per convenienza o sulla base dei sondaggi elettorali – aggiunge Salvini -. Noi non diciamo come i Cinquestelle e Di Maio tutto e il contrario di tutto. Chi vota Lega vota la chiarezza. E siamo pronti a concordare con le istituzioni europee un percorso  di riforme che ci faccia uscire da una  gabbia che sta dissanguando il Paese.  Se però avremo soltanto dei no, ne trarremo le conseguenze. Per difendere le imprese e le famiglie italiane noi siamo disposti a tutto, anche a disapplicare le regole europee che si sono dimostrate un disastro”.

Notizie correlate