Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Politica, Vaccini

Renzi: la salute dei nostri figli viene prima dell’elezione di un deputato

Il segretario Pd su Facebook: La campagna elettorale non se ne occupi. Del tema parliamone con i medici e non con Di Maio e Salvini
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione

“Vorrei che la campagna elettorale non fosse sui vaccini. Perché la salute dei nostri figli viene prima dell’elezione di un deputato. Ma se la Lega e il Movimento Cinque Stelle continuano a dire che loro cambieranno la legge sulla obbligatorietà dei vaccini, il Pd ripete con forza che noi siamo dalla parte della scienza e della medicina. Quando parliamo della salute dei figli ne parliamo con i dottori, non con Di Maio o Salvini”. È quanto scrive Matteo Renzi in un messaggio su Facebook. Il segretario del Pd commenta le parole del medico e virologo Roberto Burioni che ieri aveva postato una fotografia di un paziente che, a causa della mancata vaccinazione contro il morbillo, ha subito gravi conseguenze nel fisico che lo hanno portato su una sedia a rotelle. Burioni con il post accusa Marco Travaglio che aveva minimizzato le conseguenze della malattia. “Questo post dimostra come un medico preparato possa fare informazione corretta sostituendosi a un giornalista di parte – prosegue Renzi -. Il medico prende la frase di un giornalista che pensa di essere autorevole perché va sempre in TV. Ne indica la fonte. Smonta scientificamente la tesi del giornalista senza cedere mai al rischio dell’insulto o della polemica. Cita un caso concreto e specifico, di una persona di 44 anni. E rimanda a un dato ufficiale ISTAT per la verifica.  Il medico che fa informazione si chiama Roberto Burioni. Il giornalista che fa disinformazione si chiama Marco Travaglio”, conclude Renzi.

Notizie correlate