Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Politica

Autostrade, Malan (Fi): Aumenti arricchiscono chi è già ricchissimo

fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione

“Gli aumenti dei pedaggi autostradali sono un serio danno al Paese, e sono il frutto di politiche sbagliate e ingiuste che questo governo ha portato avanti con ostinazione. In presenza di una inflazione allo 0,9% vediamo aumenti medi del 2,7%, con picchi a livelli stellari, come l’8,34% della Torino-Milano. Chi ci perde pesantemente sono automobilisti, consumatori e sistema Paese, chi ci guadagna sono colossi che già prima degli aumenti avevano profitti enormi e senza rischi”. Lo dichiara Lucio Malan (Fi), Questore del Senato. “In testa Autostrade per l’Italia che in virtù dell’aumento vedrà salire i suoi incassi di ben 50 milioni che si aggiungeranno ai quasi 2 miliardi di margine operativo che già ha ottenuto quest’anno”.

”Il gruppo Gavio, noto sostenitore di Matteo Renzi, solo con la Torino-Milano potrà contare su su quasi 20 milioni in più per rimpinguare i 170 milioni di margine di quest’anno e altrettanto gli arriverà dalle altre tratte gestite, tra cui la Torino-Piacenza, la cui concessione è scaduta e il governo continua a non indire la gara per il rinnovo, nonostante i numerosi impegni solennemente presi su miei ordini del giorno. Degni di nota anche gli aumenti al doppio dell’inflazione su Autobrennero e Autovie Venete, a concessione ampiamente scaduta, anche per il sabotaggio della gara a suo tempo varata dal compianto ex ministro Altero Matteoli allo scopo di dare in pasto gli enormi profitti e le assunzioni clientelari a due partecipate dominate da PD e SVP. È inaccettabile spremere chi viaggia e i loro clienti per arricchire chi è già ricchissimo”.

Notizie correlate