Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Economia

Giochi, Rondini (Lega): Qualcuno nel governo non ha interesse a emanare decreti attuativi

“E’ una tesi complottista a cui avremmo preferito non dare credito, ma il dato concreto sotto gli occhi di tutti è questo”.
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione

“Come al solito il governo non riesce a portare a termine un provvedimento atteso, mentre dedica spazio e tempo ad altri temi meno necessari come lo ius soli”. Lo dichiara  ad AGV-agenzia giornalistica Il Velino il deputato della Lega Marco Rondini in merito al ritardo nell’emanazione dei decreti attuativi che recepiscono i contenuti dell’intesa raggiunta in Conferenza unificata il 7 settembre sul riordino del settore giochi. “In commissione Affari sociali c’era un testo unificato che in parte è stato superato dalle promesse del governo. Poi però i decreti attuativi non vengono licenziati, si rimanda tutto e si perde ulteriore tempo”, prosegue Rondini.

“C’è il rischio che si perda tutto il lavoro fatto fino a oggi, a cominciare dal piano di dimezzamento delle slot -osserva Rondini – . Non so se il governo prima della scadenza della legislatura riuscirà a emanare i decreti visto che è pure occupato dalla legge di Bilancio”. Conclude il deputato della Lega: “Purtroppo si finisce con il dar ragione a chi sostiene che il provvedimento non veda la luce perché a spingere in questa direzione ci sono alcuni componenti del governo che hanno questo interesse. E’ una tesi complottista a cui avremmo preferito non dare credito, ma il dato concreto sotto gli occhi di tutti è questo”.

 

Notizie correlate