Accedi

Esteri

Gerusalemme, Erdogan: condanno decisione Trump, ne parlerò con Putin

Il presidente turco: sono in contatto anche con i leader dei Paesi occidentali e con il Papa
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino/Sputnik
di Velino International

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha condannato la decisione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump di riconoscere Gerusalemme capitale di Israele e ha annunciato la sua intenzione di discutere la questione con il presidente russo Vladimir Putin. “Continuo i colloqui telefonici in merito alla  dichiarazione di Trump su Gerusalemme, non solo con i leader dei paesi islamici, ma anche con quelli dei Paesi occidentali e con il Papa. Ne parlerò anche con Putin, perché questo problema non riguarda solo i musulmani, ma tutti” ha detto Erdogan durante una manifestazione di sostenitori all’aeroporto di Ankara prima di partire per una visita ufficiale in Grecia.

Turkish President Recep Tayyip Erdogan condemned US President Donald Trump’s decision to recognize Jerusalem as the capital of Israel and announced his intention to discuss the issue with Russian President Vladimir Putin. Trump announced Wednesday the recognition of Jerusalem as the capital of Israel and instructed the State Department to begin preparations for the transfer of the US Embassy from Tel Aviv. He also urged other countries to follow the US move. “I continue phone talks in connection with Trump’s statement on Jerusalem, and not only with the leaders of Islamic countries, but also with Western countries, and with the Pope. I will also talk about this with Mr. Putin, because this issue concerns not only Muslims, but everyone,” Erdogan said at a rally in front of supporters at the Ankara airport before departing for an official visit to Greece.

 

Notizie correlate