Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Politica

Balneari, Gasparri-Pelino (FI): Priorità non è legge ma uscire dalla Bolkestein

fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di com/gat

“FI è fermamente contraria al provvedimento approvato alla Camera, e in esame in questi giorni al Senato, che vuole regolamentare attraverso nuovi bandi le concessioni balneari. Siamo intervenuti questa mattina nella riunione delle Commissioni congiunte che stanno esaminando il provvedimento per ribadire che il tema dovrà essere oggetto di approfondito esame. Il nostro obiettivo deve essere quello di rinegoziare la Bolkestein. Chiederemo, quindi, oltre alle audizioni degli operatori e delle associazioni di categoria, quelle dei rappresentanti di altri Parlamenti, come ad esempio la Spagna, che hanno concesso proroghe pluridecennali. La questione è trattata infatti in maniera differente in Europa e la proposta che esaminiamo non ne tiene conto. Anche la maggioranza sembra confusa sull’argomento. Il sen. Tomaselli oggi si è esposto ad una figuraccia chiedendo la deliberante per il provvedimento, salvo poi essere ripreso dal sen. Mucchetti che gli ha spiegato che, essendoci delle deleghe, è una procedura inattuabile. La stessa sen. Pezzopane, relatrice del provvedimento, nell’ultimo decreto fiscale ha presentato un emendamento che chiedeva una proroga fino a 50 anni per le stesse. Molta confusione, quindi, che crea ulteriore incertezza per le imprese e le famiglie del settore. Per questo continueremo ad opporci a questo provvedimento, autentica carta straccia, in attesa di chiedere, una volta al governo del Paese, l’esclusione della categoria dalla direttiva Bolkestein”. Lo dichiarano i senatori Maurizio Gasparri e Paola Pelino (FI).

Notizie correlate