Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Lazio/RomaCapitale

Sarah Cosulich nominata Direttore Artistico della Fondazione La Quadriennale di Roma

Avrà il compito di coordinare la programmazione culturale nel triennio che culminerà con la 17a Quadriennale d’arte nel 2020, in continuità progettuale con l’edizione 2016
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione

Il Consiglio di Amministrazione della Quadriennale di Roma -presieduto da Franco Bernabè e composto da Umberto Croppi, Damiana Leoni, Ludovica Purini – ha nominato Sarah Cosulich Direttore Artistico della Fondazione, con l’incarico di coordinare la programmazione culturale nel prossimo triennio, che culminerà nella 17a Quadriennale d’arte del 2020.

“Abbiamo molto apprezzato l’impegno di tutti i sei finalisti, professionalità di elevato livello che hanno presentato progetti ad hoc di grande qualità. La scelta è stata orientata, oltre che dai contenuti, dalla proiezione internazionale degli artisti italiani che il progetto di Cosulich intende costruire con una metodologia sostenibile”, afferma Franco Bernabè, Presidente della Quadriennale di Roma che prosegue “Il nostro compito fondamentale, oltre a quello di documentare l’arte emergente in Italia, è quello di promuoverne la conoscenza anche all’estero a partire da azioni mirate e concrete di sostegno”.

A un anno dal rilancio della Quadriennale di Roma, la scelta del Direttore Artistico si pone nel segno della continuità con la 16a edizione, a sostegno dell’arte contemporanea italiana. Sarah Cosulich avrà il ruolo di coordinamento generale della programmazione della Fondazione, imprimendo un approccio innovativo alla progettazione e realizzazione delle attività culturali, con un’attenzione particolare rivolta ai modelli di produzione.

“Sono felicissima e grata per questa nuova opportunità che accolgo con grande entusiasmo. Mi sento onorata di poter contribuire allo sviluppo di un’istituzione storica così prestigiosa e preziosa per la nostra arte. Nei prossimi tre anni mi impegno a portare avanti con coerenza, continuità e motivazione un progetto mirato al rafforzamento del sistema italiano e alla promozione e visibilità internazionale dei suoi artisti” è il commento di Sarah Cosulich.

L’obiettivo che dovrà perseguire il neo-direttore artistico è rafforzare l’intervento della Quadriennale nella documentazione del panorama artistico nazionale e favorire la notorietà dell’arte italiana all’estero.

Il nome di Sarah Cosulich è stato individuato al termine di una procedura di selezione tramite avviso pubblico articolata per titoli, prova e colloqui alla quale hanno presentato domanda 116 candidati. La Commissione che ha lavorato per sei mesi all’esame istruttorio dei dossier di candidatura è composta dal Presidente della Quadriennale, Franco Bernabè, Ilaria Della Torre, Direttore Generale della Fondazione, Cristiana Collu, Direttore della Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea e dal componente del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Umberto Croppi.

Nata a Trieste nel 1974, Sarah Cosulich si è laureata in Storia dell’Arte negli USA e conseguito un Master in critica d’arte contemporanea a Londra. Ha collaborato con istituzioni museali e manifestazioni internazionali come la 50a Biennale di Venezia di Francesco Bonami nel 2003. Dal 2004 al 2008 è curatrice al Centro d’Arte Contemporanea di Villa Manin; dal 2012 al 2017 dirige Artissima a Torino. Recentemente, è stata consulente allo sviluppo per Manifesta12 a Palermo e collabora con Mutina, azienda per la quale ha creato un programma di sostegno, produzione e presentazione dell’arte contemporanea.

La Fondazione La Quadriennale di Roma, fondata nel 1927, è l’istituzione nazionale che ha il compito di promuovere l’arte contemporanea italiana attraverso le Quadriennali d’Arte, manifestazioni organizzate ogni quattro anni per mostrare le tendenze delle arti visive. L’ultima edizione, “Altri tempi, altri miti”, si è svolta nel 2016 al Palazzo delle Esposizioni e ha visto la partecipazione di 100 artisti, selezionati da 10 curatori.

Notizie correlate