Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Lazio/RomaCapitale

Maratona di Roma, Palumbo (Pd): “Un evento privato apprezzato nel mondo”

“Fa gola al M5S e a Casaleggio?”
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione

“Abbiamo tutti letto la volontà, di mettere a bando l’evento Maratona di Roma. Oggi si tratta dell’evento sportivo più partecipato d’Europa che crea un indotto economico di circa 30ml di euro per la città. Un piccolo miracolo economico dovuto alle migliaia di partecipanti ed accompagnatori che richiama dall’Italia e dal resto del mondo. In cambio il comune di Roma offre una parte dei servizi, così come accade per tutti gli altri grandi eventi. Molti altri la maratona di Roma se li paga da sola”, così in una nota il consigliere del PD capitolino Marco Palumbo.

“La corsa molto suggestiva per le vedute di Roma che può offrire a milioni di spettatori in tutto il mondo, in oltre 20 anni di attività è divenuta anche una formidabile promozione turistica”, continua Palumbo. “La maratona di Roma è organizzata da un soggetto privato che ha ovviamente registrato il marchio e fino al 2020 è già inserita nel calendario Fidal. Un programma quello della federazione di atletica leggera quasi impossibile da modificare per via degli incastri intervenuti tra tutte le grandi maratone internazionali e nazionali. Il comune di Roma quindi può di certo fare un bando per un’ altra maratona competitiva ma solo successiva al 2020. Una maratona che necessariamente non potrà assumere la stessa denominazione di quella attuale e che alla citta di Roma e alle casse comunali costerà un esborso non indifferente di fondi pubblici”.

“A chi serve questa scelta? Quale è l’intenzione della maggioranza M5S? Mettere il cappello su una iniziativa privata? Fare la maratona degli amici di Casaleggio?”, conclude Palumbo. “Da mesi attendiamo il nuovo regolamento sui centri sportivi comunali, nel frattempo il Flaminio è stato abbandonato e declassato ad un parcheggio senza alcun progetto di riqualificazione, l’ippodromo delle Capannelle è sotto sfratto e infine sui PVQ la giunta non si decide a dare alcun segnale di indirizzo per rilanciare i progetti che possono essere conclusi. I problemi dello sport a Roma sono altri e la Maratona di Roma non è certo tra questi”.

Notizie correlate