Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Spettacoli

Lucca, la Sicilia attraverso gli occhi di Tony Gentile e le lezioni del World Press Photo

Per il week end del 25 e 26 novembre
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione

L’incontro/racconto del fotoreporter Tony Gentile, autore della famosa foto che ritrasse Falcone e Borsellino, ma anche un workshop con Jenny Smets e Magdalena Herrero, photo-editor di Geo France, in collaborazione con il World Press Photo Foundation tra i principali appuntamenti del prossimo weekend del Photolux Festival. Biennale Internazionale di Fotografia, di Lucca dedicato per l’edizione 2017 al tema del Mediterraneo. Tony Gentile presenterà il suo lavoro “La guerra. Una storia siciliana” , nel venticinquennale della morte dei giudici Falcone e Borsellino, da cui è nato un libro edito da Postcart e una mostra. Mentre il workshop Edit for Impact farà da guida nel mondo dello storytelling e dell’editing, attraverso alcuni esempi di intense fotografie e storie. Questi sono solo due tra i molti eventi in programma al Photolux Festival, che racconterà il Mediterraneo, luogo di incontro e scontro di civiltà, di storia e cultura e oggi di drammatica emergenza umanitaria attraverso 24 mostre fotografiche, nonchè talk, workshop, letture portfolio, Premi Award.

Un grande evento che invaderà fino al 10 dicembre 2017 la città di Lucca calando i visitatori, attraverso lo sguardo sensibile e acuto di tanti fotografi/artisti/reporter, nelle mille sfaccettature e aspetti inediti di quel vasto bacino che ci accoglie tutti e ci appartiene: il Mediterraneo. “Il Mediterraneo è un immenso archivio e un profondo sepolcro.” Le parole di Predag Matvejevic autore nel 1987 di Breviario mediterraneo, lavoro fondativo della storia culturale della regione del Mediterraneo, tradotto in oltre venti lingue,risuonano, nella loro assoluta attualità, espresse da molte delle mostre e riecheggiate dagli appuntamenti di Photolux 2017. “Il Photolux Festival, vuole essere un focus sui fotografi del Mediterraneo e su quelli che del “mare nostrum” hanno fatto l’oggetto del proprio sguardo, che dia luogo a inedite contaminazioni e che provi a raccontare un mare dove da millenni si incontrano e scontrano civiltà che ne arricchiscono e complicano la storia” annota Enrico Stefanelli che di Photolux Festival è il fondatore e direttore. “Il Mediterraneo è lo scenario nel quale negli ultimi anni si sta consumando l’emergenza umanitaria legata ai flussi migratori verso le coste europee, una delle più gravi per le sue proporzioni in termini di persone coinvolte e per le ripercussioni sul sistema di valori e sull’identità dell’Europa”. “E oggi più che mai si avverte l’urgenza di tornare a interrogare il Mediterraneo e la sua storia, di trovare un nuovo dialogo tra le culture”.

Notizie correlate