Accedi

Esteri

Russia, Kolobkov: Fatto tutto per ripristinare Agenzia antidoping

Il ministro dello Sport russo spiega i passi fatti da Mosca dopo la roadmap richiesta dalla Wada
Seoul, 15 novembre 2017 - 8:18
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino/Sputnik

La Russia ha fatto di tutto in suo potere per ripristinare la situazione dell’Agenzia russa anti-doping (RUSADA): lo ha dichiarato il ministro russo dello sport Pavel Kolobkov. Nel 2015 l’Agenzia Mondiale Anti-Doping (WADA) ha accusato la Russia di violazioni sul doping e ha dichiarato che RUSADA non è conforme al Codice Anti-Doping mondiale. All’inizio di agosto WADA ha pubblicato una roadmap per la conformità dei codici, con 12 criteri che la Russia ha dovuto soddisfare prima che il comitato indipendente di revisione della conformità di WADA possa raccomandare il reintegro della RUSADA. La questione sarà presa in considerazione in una riunione della Wada domani. “Abbiamo davvero fatto tutto ciò che è stato possibile – ha detto Kolobkov – per ripristinare lo situazione di RUSADA”.

Russia did everything in its power to restore the status of the Russian Anti-Doping Agency (RUSADA), Russian Sports Minister Pavel Kolobkov said Wednesday. In 2015, the World Anti-Doping Agency (WADA) accused Russia of multiple doping violations and declared RUSADA was not compliant with the World Anti-Doping Code. In early August, WADA published a roadmap to code compliance, with 12 criteria that Russia had to meet before WADA’s independent Compliance Review Committee can recommend that RUSADA be reinstated. The issue of restoring RUSADA membership should be considered on November 16 at a meeting of the WADA Founders’ Council in Seoul. “We really did everything that was possible to reinstate RUSADA’s status. Now our colleagues need to assess this and make a decision according to the interests of the sporting movement. In any case we continue our work to clear the name of Russian sports forever,” he told reporters.

Notizie correlate