Accedi

Economia, Giochi

Giochi, Comune Torino difende ordinanza limiti orari davanti al Consiglio di Stato

Il ricorso presentato da Casinò delle Alpi contro la sentenza del Tar Piemonte che aveva dichiarato la legittimità dell’ordinanza comunale
Roma, 14 novembre 2017 - 17:10
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino

Questa mattina l’esecutivo di Palazzo Civico ha approvato, su proposta dell’assessore al Commercio Alberto Sacco, la delibera che autorizza l’avvocatura della Città a costituirsi nel giudizio di appello davanti al Consiglio di Stato, per resistere al ricorso presentato da Casinò delle Alpi s.r.l. il 17 ottobre 2017 contro la sentenza del Tar Piemonte che aveva dichiarato la legittimità dell’ordinanza comunale n.56 del 5 ottobre 2016. L’atto – che fissa il limite di funzionamento delle macchinette in otto ore al giorno, dalle 14 alle 18 e dalle 20 alle 24 – era stato impugnato da Casinò delle Alpi s.r.l davanti al Tar Piemonte in data 25 ottobre 2016 e rigettato dal Tribunale Amministrativo Regionale con sentenza dell’11 luglio 2017. Così una nota del Comune di Torino.