Accedi

Economia, Giochi

Dl fisco, bocciati tutti gli emendamenti: “Gratta e vinci” resterà a Lottomatica

Il viceministro Morando: Tutto sarà come adesso
Roma, 14 novembre 2017 - 13:21
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino

L’affidamento per la gestione del “Gratta e vinci” resterà in mano a Lottomatica. La commissione Bilancio del Senato ha infatti bocciato tutti gli emendamenti all’articolo 20 del decreto fiscale che proroga automaticamente la concessione (che scade nel 2019) a Lottomatica e prevede per il bilancio dello Stato entrate nuove e maggiori in misura pari a 50 milioni per il 2017 e 750 milioni per l’anno 2018. Né il governo e né il relatore presenteranno inoltre emendamenti per bandire nel 2018 una gara di affidamento. “Resterà tutto come è adesso”, conferma ad AGV agenzia giornalistica il Velino il viceministro dell’Economia Enrico Morando durante la pausa dei lavori della quinta commissione.

”E’ uno scandalo, Lottomatica avrà ancora l’esclusiva”, attacca la senatrice Mdp Lucrezia Ricchiuti firmataria di una proposta di modifica con cui chiedeva la messa in gara della concessione. “Il mio emendamento è stato bocciato 13 voti a 11 ed è stato l’unico votato a scrutinio palese”, spiega Ricchiuti che aggiunge: “Ma la cosa più grave è che restando l’affidamento a Lottomatica, cioè con il rinnovo tacito, c’è  il rischio di un’infrazione della normativa europea. Ma al governo non importa perché tanto la multa ricadrà sull’esecutivo della prossima legislatura”.

 

Notizie correlate