Accedi

Economia, Giochi

Dl fisco, Ricchiuti (Mdp): Governo lascerà “Gratta e vinci” in mano a Lottomatica

A 48 ore dall'arrivo del provvedimento nell'Aula del Senato, né l'esecutivo né il relatore hanno presentato emendamenti per bandire una gara per la concessione
Roma, 13 novembre 2017 - 13:38
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino

“Alla fine né il governo né il relatore presenteranno un emendamento” per bandire nel 2018 una gara di affidamento per la gestione del “Gratta e vinci” e “così resterà ancora tutto in mano in esclusiva a Lottomatica”. Lo dichiara conversando con i giornalisti a margine dei lavori della commissione Bilancio di Palazzo Madama sul decreto fiscale la senatrice Mdp Lucrezia Ricchiuti. Al momento l’esecutivo non ha avanzato proposte di modifica all’articolo 20 del provvedimento che proroga automaticamente la concessione (che scade nel 2019) a Lottomatica e prevede per il bilancio dello Stato entrate nuove e maggiori in misura pari a 50 milioni per il 2017 e 750 milioni per l’anno 2018. La somma di 800 milioni di euro è la base d’asta della gara che fu indetta nel 2009.

La possibilità di bandire una gara era emersa nei giorni scorsi durante diversi incontri tra governo e maggioranza, così come la soluzione di affidare al relatore del decreto, il senatore Pd Silvio Lai, la presentazione di un emendamento. Ma quando mancano 48 ore all’arrivo del provvedimento in Aula, né l’esecutivo né il relatore sono intervenuti sulla materia. Oggi pomeriggio, durante la pausa dei lavori della commissione Bilancio,  sono previsti altri incontri tra governo e maggioranza per presentare ulteriori emendamenti al decreto , ma a quanto si apprende non riguarderanno l’articolo 20. Da qui lo scetticismo della senatrice Ricchiuti firmataria di una proposta di modifica con cui si chiede la messa in gara della concessione.

 

Notizie correlate