Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Politica

Berlusconi, Brunetta: “Nel 2011 fondamentali economia italiana stavano meglio”

“Il rischio di default sovrano è stato, quindi, del tutto sopravvalutato dalle agenzie di rating e dagli investitori internazionali”
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione

“La paventata crisi economica italiana, utilizzata per far cadere il Governo Berlusconi nel 2011, era del tutto ingiustificata. È questa la tesi di Luca Ricolfi, presidente della fondazione David Hume e docente all’università di Torino. Anzi, secondo un nuovo indicatore che misura le probabilità di crisi economica di un paese ideato dallo stesso Ricolfi, tra maggio e giugno del 2011 i fondamentali dell’economia italiana stavano migliorando e non indebolendosi”. Ha dichiarato Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia. “Il rischio di default sovrano è stato, quindi, del tutto sopravvalutato dalle agenzie di rating e dagli investitori internazionali, allorché iniziarono a scommettere contro l’Italia, dando il via alla famosa ‘crisi dello spread’. Il professor Ricolfi sostiene, inoltre, che furono invece i governi Monti e Letta ad aver aumentato di molto l’indice di vulnerabilità del paese, attraverso le loro draconiane politiche fiscali. Emergono, dunque, nuove prove scientifiche che corroborano quanto Forza Italia ha sostenuto da sempre: la caduta del Governo Berlusconi, nel 2011, non fu dettata da motivazioni economiche reali ma da un complotto internazionale partito da una speculazione finanziaria che scatenò il panico sui mercati e fece credere a tutti che la nostra economia fosse più vulnerabile di quanto in realtà non fosse. Come d’altronde contenuto nei libri ‘Il grande imbroglio. Cronaca di un anno difficile (2011-2012)’, ‘Il grande imbroglio 2. Un anno vissuto pericolosamente’ e ‘Il grande imbroglio 3. Il colpo finale’ del sottoscritto, pubblicati rispettivamente nel 2012, nel 2013 e nel 2014, assieme alla trasmissione ‘La grande speculazione’, a cura di Alessandro Banfi, andata in onda il 19 febbraio 2013 su Rete 4, che ha ricostruito quello che è successo veramente all’Italia negli anni della crisi finanziaria. L’ultimo studio del professor Ricolfi dimostra, infine, la fondatezza delle accuse mosse dalla procura di Trani contro le agenzie di rating che, lo ricordiamo, sono state accusate di essere all’origine non disinteressata della revisione al ribasso del rating creditizio dei titoli di Stato italiani causando ‘una destabilizzazione dell’immagine, del prestigio e degli affidamenti creditizi dell’Italia sui mercati finanziari nazionali ed internazionali’”.

Notizie correlate