Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Politica

Migranti, Calderoli: bloccare subito rotta tunisina, rischiamo arrivi jihadisti e criminali

fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di com/rog

“Chiusa la rotta libica si sta aprendo quella tunisina e stavolta i rischi per la nostra sicurezza sono maggiori.
I servizi di sicurezza tunisini hanno già allertato sul rischio che tra i migranti in partenza verso le coste italiane si possano nascondere jihadisti e foreign fighter, oltre a pericolosi criminali visto che da poche settimane la Tunisia ha scarcerato 1600 detenuti con un indulto”. Lo afferma il sen. Roberto Calderoli, vice presidente del Senato e Responsabile Organizzazione della Lega Nord. “Da luglio sono quasi 3000 gli immigrati sbarcati in Italia dalla rotta tunisina e preoccupa il fatto che si tratti proprio di tunisini pensando che nell’ultimo anno e mezzo dall’Italia sono stati espulsi decine di immigrati tunisini radicalizzati, senza dimenticare l’arresto nelle scorse settimane a Ferrara del fratello dell’attore di Marsiglia, il tunisino Anis Hanachi  la vicenda di Anis Amri, l’attentatore tunisino di Berlino che nel dicembre 2016 si era rifugiato nel milanese dopo la strage. Le vicende di Hanachi e Amri, le tante espulsioni di immigrati tunisini radicalizzati avvenute tra il 2016 e il 2017, confermano che la Tunisia è l’epicentro dei movimenti jihadisti nel Mediterraneo e che i maggiori problemi e pericoli per la nostra sicurezza derivano proprio dalla rotta tunisina, che va bloccata subito”, conclude Calderoli.

Notizie correlate