Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Cronaca

“Io non rischio”, domani volontari della Protezione Civile nelle piazze di Roma

Testimonial Roberto Ciufoli
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di com/onp

Anche Roma Capitale aderisce a “Io non rischio”, la campagna informativa nazionale sulle buone pratiche di protezione civile in programma domani, sabato 14 ottobre, dalle ore 8 alle 20, in contemporanea con altre città in tutta Italia. I volontari della Protezione Civile allestiranno diversi punti informativi per sensibilizzare i cittadini sui rischi naturali – terremoti, alluvioni e maremoti – e per diffondere la cultura della prevenzione. A Roma, testimonial d’eccezione dell’iniziativa, giunta alla settima edizione, sarà l’attore Roberto Ciufoli. I volontari, che accompagneranno la cittadinanza in un percorso legato alla conoscenza dei rischi specifici del territorio e alla memoria dei luoghi, saranno presenti in: – piazza del Popolo; – via del Corso (altezza ex cinema Metropolitan); – largo dei Lombardi; – piazza di Spagna; – largo Goldoni; – piazza San Lorenzo in Lucina; – Sala Santa Rita in via Montanara 8, in prossimità del Teatro di Marcello. A piazza del Popolo andrà in scena anche una speciale “caccia al tesoro”, che consentirà ai cittadini di valutare le proprie conoscenze sui rischi e i comportamenti da adottare. L’edizione 2017 coinvolge volontari e volontarie appartenenti a oltre 700 realtà associative, tra sezioni locali delle organizzazioni nazionali di volontariato, gruppi comunali e associazioni locali di tutte le regioni d’Italia. “Io non rischio” – campagna nata nel 2011 per sensibilizzare la popolazione sul rischio sismico – è promossa dal Dipartimento della Protezione Civile con Anpas-Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, Ingv-Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e Reluis-Rete dei Laboratori. Sul sito ufficiale della campagna, www.iononrischio.it, è possibile consultare i materiali informativi su cosa sapere e cosa fare prima, durante e dopo un terremoto o un maremoto.