Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Esteri, Esteri

Difesa, Erdogan: non c’è ragione per interrompere cooperazione con Russia su sistemi S-400

“Ne abbiamo parlato con Putin: già pensiamo a S-500”
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Velino International

Non c’è ragione per interrompere la collaborazione con la Russia  sui sistemi di difesa missilistica S-400. Parola del presidente turco Recep Tayyip Erdogan. Vhe parlando con il  giornale Haberturk ha sottolineato: “Non ci sono problemi con l’S-400 per il quale non c’è una produzione congiunta nella prima fase che invece ci sarà nella seconda. Ne abbiamo parato con Putin e già pensiamo ad una collaborazione sul sistema S-500”. Lo scorso 12 settembre, Mosca e Ankara hanno raggiunto un accordo sulla consegna dei sistemi alla Turchia per i quali sono stati già fatti i primi pagamenti alla Russia. Si tratta di un sistema di difesa di nuova generazione che integra tre diversi tipi di missili in grado di distruggere gli obiettivi aerei a breve, medio e lungo raggio, con un radar multifunzionale, altri sistemi di rilevazione e un centro di controllo e comando.

Turkish President Recep Tayyip Erdogan said Friday that he saw no reasons to stop cooperation with Russia on S-400 missile defense systems, adding that he expected the joint production in the second stage of S-400 purchases.

“There are no problems with S-400s. We will not have joint production at the first stage. But in the second stage … we will launch a joint production. We do not think that we have to stop cooperation on S-400s agreed with [Russian President Vladimir] Putin. We have also agreed on S-500s,” Erdogan told the Haberturk newspaper.

On September 12, Moscow and Ankara reached an agreement on the delivery of S-400 systems to Turkey. Erdogan said that Ankara had made its first payment for the air defense systems.

The S-400 Triumph is Russia’s next-generation mobile surface-to-air missile system carrying three different types of missiles capable of destroying aerial targets at a short-to-extremely-long range. It integrates a multifunctional radar, autonomous detection and targeting systems, anti-aircraft missile systems, launchers, and a command and control center.

 

Notizie correlate