Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Cronaca, Lutto nel mondo dello sport

Nicky Hayden ha perso la sua ultima battaglia

Il pilota statunitense di Superbike è morto all'Ospedale Bufalini di Cesena. Malagò: “Onore al grande protagonista del motociclismo”
fonte: ilVelino/AGV NEWS
di Redazione

Non ce l’ha fatta Nicky Hayden. Ha perso la sua ultima battaglia, quella per la vita. Il pilota statunitense di Superbike, 36enne, è morto all’Ospedale Bufalini di Cesena. Era ricoverato lì da mercoledì 17 maggio, arrivato con l’elisoccorso da Rimini. Hayden era stato travolto da un’auto mentre si stava allenando in bicicletta a Misano Adriatico. Per l’incidente è indagato un trentenne. All’urto la bici è stata sbalzata a metri di distanza e il pilota ha riportato un grave politrauma (torso, gambe e testa) con un conseguente gravissimo danno cerebrale. In questi giorni non ha mai ripreso conoscenza. Al suo capezzale ci sono la fidanzata Jackie, il fratello Tommy e la mamma Rose. Campione del mondo della MotoGP nel 2006, Hayden correva con il numero 69, lo stesso usato dal padre Earl quando era in attività. Dopo la conquista del titolo di campione MotoGP del 2006 Nicky ha deciso di gareggiare nella stagione 2007 con il numero 1, tornando ad utilizzare il numero 69 dal 2008. “Tristezza infinita, onore al grande Hayden protagonista del motociclismo”, ha twittato Giovanni Malagò, presidente del Coni.