Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Campania, Cronaca

Napoli, prevenzione e controllo nel Rione Sanità: Squadra Mobile e cani poliziotto

Arrestato giovane spacciatore
fonte: ilVelino/AGV NEWS
di Redazione Campania

Nell’ambito dei servizi di prevenzione e di controllo del territorio esercitati dalla Polizia di Stato nel quartiere Sanità, volti a “saturare” l’area e a contrastare l’attivismo di clan camorristici locali, fin dalle prime luci dell’alba i poliziotti della Squadra Mobile, e dell’Ufficio Prevenzione Generale, unitamente a pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Campania e del Commissariato San Carlo Arena hanno presidiato l’area ed effettuato posti di controllo con identificazione di numerosi pregiudicati.
Nel corso dell’operazione gli agenti hanno sottoposto a perquisizione in Via Fontanelle un intero edificio composto da quindici abitazioni, al cui esterno è stato rinvenuto un sistema di videosorveglianza, con microtelecamere che controllavano la strada d’accesso all’immobile. Gli occupanti dello stabile sono stati accompagnati in Questura per i necessari accertamenti. Ieri sera gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato San Ferdinando hanno arrestato il 26enne di Fuorigrotta Edoardo Altiero, in quanto ritenuto responsabile del reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini dello spaccio. Il giovane, già da tempo sospettato di rifornire una clientela altolocata residente tra Chiaia e San Ferdinando, verso le 17.30 è stato intercettato alla guida di una Smart lungo Via Arcoleo. Dopo un lungo inseguimento il 26enne è stato finalmente bloccato in Via Monteoliveto. Non avendo nulla indosso o nella macchina, gli agenti hanno deciso di perquisire la sua abitazione di Via Terracina. L’attività ha dato esito positivo. All’interno dell’appartamento sono stati infatti rinvenuti e sequestrati circa 100 grammi di cocaina, circa 85 grammi di marijuana e circa 25 grammi di sostanza da taglio. Edoardo Altiero è stato quindi arrestato e immediatamente condotto alla Casa Circondariale di Napoli – Poggioreale a disposizione dell’Autorità giudiziaria.