Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Politica

L. elettorale: Della Vedova, su firme e autenticatori resti quanto previsto da testo Mazziotti

L. elettorale: Della Vedova, su firme e autenticatori resti quanto previsto da testo Mazziotti
fonte: ilVelino/AGV NEWS
di com/rog

“ll testo della legge elettorale presentato dal relatore Andrea Mazziotti ha il pregio di affrontare in modo rigoroso il tema della raccolta delle firme per la presentazione delle liste elettorali. I cespugli non c’entrano, è un tema di rigore istituzionale, di diritti costituzionali, di libertà e di legalità: tutti i principali partiti italiani, dal Pd al M5S e a Forza Italia, trovandosi a raccogliere le firme, sono finiti sotto processo per comportamenti illegali, perché il numero e la modalità di raccolta firme oggi previste dalla legge sono impraticabili”. Lo ha detto a Radio Radicale il senatore e sottosegretario agli Esteri, Benedetto Della Vedova. “Il merito della proposta di Mazziotti è rendere praticabile la raccolta firme, abbattendo una barriera anticoncorrenziale che favorisce i partiti già esistenti e impedisce a chi non è già in parlamento di presentarsi. Prevedere un numero di firme che non siano le 160mila dell’Italicum, rendendone accessibile la raccolta, anche ampliando la platea di autenticatori, mi sembra – ha sottolineato Della Vedova – una misura ragionevole. Mi auguro che, anche se si dovesse arrivare al sistema elettorale che io preferisco, ovvero un maggioritario di collegio – ha concluso Della Vedova – questa misura di civiltà giuridica venga mantenuta”.