Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Esteri

Turchia, armi Usa a curdi siriani danneggiano rapporti Washington-Ankara

Lo ha affermato oggi il presidente turco Recep Tayyip Erdogan durante una conferenza stampa. "Distruggere un’organizzazione terroristica con l’aiuto di un’altra non è la nostra politica ideale", ha sottolineato
fonte: ilVelino/AGV NEWS/Sputnik
di red/dna

I rifornimenti di armi americane alle milizie curde delle Unità di Protezione Popolare (Ypg) danneggia la partnership strategica fra Ankara e Washington. Lo ha affermato oggi il presidente turco Recep Tayyip Erdogan durante una conferenza stampa ad Ankara. “Vogliamo risolvere le questioni che abbiamo in sospeso da molto tempo. Per esempio, l’aiuto militare degli Stati Uniti all’Ypg danneggia le nostre relazioni strategiche e ne parlerò durante l’incontro con il presidente americano Donald Trump. Noi siamo ovviamente contrari a questa operazione. Distruggere un’organizzazione terroristica con l’aiuto di un’altra non è la nostra politica ideale”, ha sottolineato il presidente turco. Martedì scorso, nonostante le obiezioni turche, Trump ha approvato un piano per fornire armamenti all’Ypg, la branca militare del Partito curdo dell’Unione Democratica, allo scopo di combattere lo Stato Islamico. Il piano Usa è stato criticato da Ankara, che considera le milizie Ypg affiliate al Pkk, il Partito dei lavoratori del Kurdistan, considerato una formazione terro5ristica da Turchia, Stati Uniti e Unione Europea. Trump ed Erdogan si incontreranno a Washington il prossimo 16 maggio.

The US arms deliveries to the Kurdish People’s Protection Units (YPG) militia damage the strategic partnership between Ankara and Washington, Turkish President Recep Tayyip Erdogan said Friday. “We want to settle the issues that we have had for a long time. For example, the military aid to YPG from the United States. It damages our strategic relations and during meeting with [US President Donald] Trump I will talk about that. We are clearly against this. To destroy one terrorist organization with the help of another is not an ideal policy,” Erdogan said at a press conference in Ankara. On Tuesday, despite objections from Turkey, Trump approved a plan to arm YPG, the military branch of Syria’s Kurdish Democratic Union Party (PYD), in order to fight the Islamic State terrorist group (IS, banned in Russia and in the United States) in Syria. The US plan was criticized by Ankara, since it considers the YPG militia to be affiliated with the Kurdistan Workers’ Party (PKK), which is listed as a terrorist group in Turkey, the United States and the European Union. The two leaders are expected to meet in Washington on May 16.