Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Politica

L. elettorale, Parisi (Sc-Ala): testo base è di minoranza, Mazziotti relatore dei ‘cespugli’

L. elettorale, Parisi (Sc-Ala): testo base è di minoranza, Mazziotti relatore dei ‘cespugli’
fonte: ilVelino/AGV NEWS
di red/ala

“Curiosamente il relatore sulla legge elettorale Andrea Mazziotti ha presentato un testo base che in commissione ha il sostegno di gruppi che alla Camera rappresentano non più del 44%. Infatti il Pd (282 deputati) si è espresso sostenendo dapprima il mattarellum e poi un mattarellum ‘corretto’ (50 per cento di uninominale e 50% di proporzionale); la Lega (19 deputati) si è espressa prima per il mattarellum e poi si è detta disponibile a votare la proposta pd; Scelta Civica-Ala (16 deputati) ha presentato un simil-mattarellum con premio di governabilità e poi si è detta disponibile a votare la proposta pd; i socialisti (3 deputati) come i fittiani (11 deputati) si sono espressi a favore dei collegi uninominali, così come le minoranze linguistiche (6 deputati); Sinistra Italiana (17 deputati) si è dichiarata contraria all’estensione dell’italicum al Senato. Per tacere di ciò che accade fuori dal Parlamento, visto che radicali e Pisapia si sono espressi favorevolmente su formule maggioritarie. Ora poiché il totale dei contrari al testo base fa 354 deputati, pari al 56% dell’assemblea, la domanda sorge spontanea: ma di quale maggioranza è relatore Mazziotti? Due sono le ipotesi: o Mazziotti sa cose che noi umani non possiamo sapere, oppure si è fatto prendere la mano dall’ansia da proporzionale dei ‘cespugli’. Il fatto che abbia pensato di introdurre nel testo base anche la riduzione delle firme per la presentazione delle liste da 1500 a 300 (addirittura 150 in caso di scioglimento anticipato) – fatto, questo, che permetterà anche alla lista Forza Borgorosso Football Club di presentarsi, altro che Forza Roma o Forza Lazio… – farebbe propendere per la seconda ipotesi. Mazziotti dunque è il relatore dei cespugli. Ma non del mio cespuglio”. Così Massimo Parisi, deputato di Scelta civica-Ala e componente della commissione Affari costituzionali, all’indomani della presentazione del testo base della legge elettore.