Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Economia, Energia

Energia, Calenda: parco auto disastroso, accelerare cambio

Sulle rinnovabili il nuovo target del governo e' il raggiungimento della soglia del 27% entro il 2030
fonte: ilVelino/AGV NEWS
di Redazione

“La situazione del parco auto italiano è abbastanza disastrosa. Credo sia uno dei parchi circolanti peggiori in Europa. Servono perciò  degli strumenti per accelerare il passaggio” verso vetture meno inquinanti. Lo ha sottolineato il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, che ha presentato alla Camera la bozza della Strategia energetica nazionale. Calenda è intervenuto nelle commissioni Ambiente e Lavori pubblici e Attivita’ produttive della Camera insieme al ministro dell’Ambiente Gianluca Galletti.  Per rinnovare il parco auto, ha chiarito il ministro, “dobbiamo intervenire con meccanismi che non possono essere quelli sperimentati nel passato, di rottamazione lineare”. Calenda si è poi soffermato sul fotovoltaico. “Per sostenere la diffusione delle fonti rinnovabili di energia – ha affermato – il governo, nella revisione della Strategia energetica nazionale, pensa nello specifico non a un sussidio diretto ma a misure per garantire un segnale di prezzo per un certo numero di anni. Sulle rinnovabili i target del 2020 sono gia’ stati raggiunti. Il nuovo target del governo e’ il raggiungimento della soglia del 27% di consumi da fonti rinnovabili entro il 2030. Nel fotovoltaico per i grandi impianti centralizzati si pensa all’introduzione, dal 2020, di contratti a lungo termine. Per i piccoli impianti si punta alla promozione dell’autoconsumo. Nell’eolico l’obiettivo e’ la promozione di nuovi impianti”. Calenda, infine, ha spiegato che “per l’Italia vengono ipotizzati possibili scenari di ‘phase-out’ del carbone con orizzonte 2025-2030. “L’uscita totale dal carbone – ha precisato – costera’ attorno ai tre miliardi rispetto allo scenario base”.