Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Politica, LÂ’ex presidente degli Stati Uniti a Milano

Appello di Obama: lottare contro i cambiamenti climatici. Usa, Ue e Cina diano buon esempio

Al summit internazionale sull’innovazione alimentare: “Migrazioni dovute anche alle carestie e alla difficoltà di produrre cibo”
fonte: ilVelino/AGV NEWS
di Redazione

Giovani, lotta al terrorismo, importanza del mangiar sano e cambiamenti climatici. Sono gli argomenti principali affrontati dall’ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama che è intervenuto a “Seeds&Cheeps”, summit internazionale sull’innovazione alimentare che si è svolto alla Fiera di Milano, accolto da una standing ovation del pubblico presente in sala. Nel corso del suo intervento Obama ha evidenziato i problemi derivanti dalla disoccupazione: “La tecnologia nel mondo – ha detto – sta creando in molti settori dell’economia alta intensità di capitale e meno richiesta di mano d’opera, e tutto questo diventerà un problema nel mondo avanzato. È una delle cose che mi preoccupa di più. In molti Paesi del Medio Oriente e del Sud Est asiatico il lavoro, la mancanza del lavoro, è una parte del problema che fomenta la radicalizzazione e il terrorismo. Se ci sono tanti giovani disoccupati, questa assenza di funzione si incanalizzerà in modo malsano. Di questo ci dobbiamo preoccupare tutti”. Si tratta di un problema che riguarda, appunto, soprattutto i giovani: “Il nostro obiettivo è migliorare la vita dei ragazzi di oggi e bisogna trovare il modo giusto per comunicare con loro. Loro magari preferiscono un video a un testo, sono più sensibili, sono più scettici, sono più veri e hanno voglia di cambiare il mondo, ne hanno le energie” ha osservato il 44esimo presidente Usa che poi ha dedicato ampio spazio anche al tema dei cambiamenti climatici, materia su cui “gli Usa devono dare l’esempio ed essere leader”.

Obama è stato critico su Cop21, la conferenza di Parigi sui cambiamenti climatici, che “non ha stabilito standard abbastanza elevati per risolvere, ma ha creato l’impalcatura per cui ogni Paese può ridurre le emissioni e fare di più”. “L’importante – ha aggiunto – è che Paesi come Usa e Cina, ma anche come l’Europa, diano il buon esempio. Servirà leadership carismatica, ma vogliamo risolvere questo problema” ha rilevato Obama che si è detto “certo che gli Stati Uniti continueranno ad andare nella giusta direzione” per quanto riguarda la tutela dell’ambiente e la lotta ai cambiamenti climatici. Da non dimenticare, ha posto in evidenza, che “le migrazioni sono dovute anche alle carestie e alla difficoltà di produrre cibo”. In linea con l’argomento del summit l’ex inquilino della Casa Bianca ha poi parlato dell’importanza del mangiar sano su cui si è molto impegnata l’ex first lady Michelle. Il suo “successo – ha notato – è stato avere un punto di vista da genitore. È stata pratica e positiva. Per il settore alimentare, infatti, è questo il segreto: essere positivi”. “Mangiare in modo corretto aumenta la possibilità di essere in salute. Il problema che le persone comprano cose preconfezionate, mentre quando c’è cibo fresco si spreca meno perché gli alimenti si deteriorano prima” ha detto Obama.