Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Cronaca, Torino

Torino, Guardia di Finanza scopre 180 finti poveri

Alcuni studenti benestanti non pagavano le tasse dichiarando di non possedere nulla
fonte: ilVelino/AGV NEWS
di Redazione

La Guardia di Finanza di Torino ha scoperto 180 persone che, pur essendo benestanti, hanno chiesto di usufruire di benefici fiscali fingendo di non possedere nulla. Un caso riguarda uno studente universitario iscritto alla facoltà di Informatica. Il padre è un lavoratore dipendente, ma non ha pagato le tasse in quanto il genitore nel calcolare il suo reddito familiare ha omesso di indicare cinque immobili del valore di circa 220mila euro e il saldo dei conti correnti, pari a 700mila euro. Un altro studente di Giurisprudenza, invece, ha tentato di dimostrare di essere autonomo rispetto al proprio nucleo familiare, dichiarando di sostenersi con meno di 7mila euro l’anno, cifra che avrebbe percepito a titolo di contributo da un’associazione sportiva dilettantistica, poi risultata inesistente dal punto di vista fiscale. Le indagini hanno dimostrato che lo studente era ancora a carico della famiglia e che quest’ultima aveva un patrimonio immobiliare del valore di quasi 500mila euro e un reddito annuo pari a circa 190mila euro. Complessivamente, le Fiamme gialle hanno recuperato più di 550mila euro di contributi percepiti indebitamente, da restituire alle casse dello Stato. Inoltre, la Guardia di finanza ha scoperto anche alcune persone che pur non essendo in possesso dei requisiti richiesti, utilizzavano gratuitamente gli alloggi dell’Atc, usufruivano di sconti sulle bollette di luce acqua e gas e non pagavano le mense scolastiche.