Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Calabria

Quaranta kg di marijuana in un sottotetto, due arresti nel Vibonese

Quaranta kg di marijuana in un sottotetto, due arresti nel Vibonese
fonte: ilVelino/AGV NEWS
di N&C

Vasta operazione contro il traffico di armi e droga dei carabinieri della Compagnia di Serra San Bruno. Nella mattinata di oggi, a Gerocarne, in località Ariola, i militari della stazione di Soriano guidati dal maresciallo Barbaro Sciacca, assieme agli uomini dello Squadrone Eliportato “Cacciatori” di Calabria, hanno tratto in arresto in flagranza di reato il 58enne Rocco Pagano, di Arena, incensurato, e il 22enne Bruno Antonio Gallace, di Gerocarne, pastore, incensurato. I reati contestati ai due sono: detenzione di arma clandestina, detenzione abusiva di munizionamento e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Le operazioni, guidate di persona dal comandante di Stazione, sono cominciate all’alba in località “Ingegneri” di Ariola e hanno interessato l’abitazione e una serie di pertinenze di proprietà del nonno di uno dei due arrestati ma, di fatto, in uso a loro. Durante il minuzioso servizio di perquisizione, i carabinieri hanno rinvenuto, nascoste nel camino di un casolare, due pistole a tamburo calibro 38, senza marca e con matricola abrasa, e 58 proiettili. Proseguendo con i controlli – che si sono protratti sino a tarda mattinata – i militari hanno scoperto, riposti nel sottotetto di una casa legno sempre in uso agli arrestati, circa 40 kg di marijuana, occultati in nove buste nere per la spazzatura e un bidone bianco. E ancora, in un ovile e un altro casolare, ben confezionato in due buste di cellophane, un altro chilo di marijuana. Contestualmente i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Serra, con i colleghi della Stazione di Arena, hanno provveduto al ritiro, in via amministrativa, di 4 fucili calibro 12, 2 carabine cal. 7,65 e 4,5, una pistola cal. 7,65 e circa 1000 colpi, di proprietà di Pagano. Gli arrestati, espletate le formalità rito, sono stati associati presso la casa circondariale di Vibo Valentia, a disposizione dalla competente Autorità giudiziaria.