Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Economia, Riso

Riso, Coldiretti: un pacco su 4 è straniero ma non si vede

Quadruplicato import da Vietnam, record storico di arrivi dall’estero nel 2016
fonte: ilVelino/AGV NEWS
di Redazione

Un pacco di Riso su quattro venduto in Italia è straniero ma non si vede per la mancanza dell’obbligo della provenienza in etichetta. Nel 2016 il prodotto arrivato dal Vietnam è aumentato del 346% e quello dalla Thailandia del 34%. La metà delle importazioni proviene da Oriente, totalizzando il record storico di 244 milioni di chili. E’ quanto emerge dal Dossier #SosRisoItaliano, elaborato della Coldiretti su dati Istat, dal quale emerge che grandi quantità sono arrivate anche da India (34 milioni di chili), Pakistan (25 milioni di chili) e Cambogia (17 milioni di chili). Ma il consumatore non lo può sapere perché manca l’obbligo di indicare in etichetta la provenienza. Sotto accusa è l’introduzione da parte dell’Ue del sistema tariffario agevolato a dazio zero per i Paesi che operano in regime Eba, che ha fatto sì che le importazioni di Riso lavorato, ricorda la Coldiretti, siano passate dal 35% del 2008/2009 al 68% del 2015/2016, secondo l’analisi della Coldiretti. Tutto questo facendo crollare la produzione in Italia. ”Il Riso made in Italy – afferma il presidente della Coldiretti, Roberto Moncalvo – è da primato per qualità, tipicità e sostenibilità, che va difeso con l’obbligo di indicare in etichetta la provenienza, il blocco delle importazioni da Paesi che non rispettano le stesse normative vigenti in Italia in termini di caporalato e di impiego di prodotti chimici pericolosi per la salute”.