Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Agroalimentare

Vinitaly, Lombardia, Festival d’estate occasione per capire sviluppo da seguire

Vinitaly, Lombardia, Festival d'estate occasione per capire sviluppo da seguire
fonte: AGV NEWS/AGRICOLAE
di Agricolae

“In un territorio come il nostro, caratterizzato da una forte vocazione agricola, avere la Franciacorta e’ come un’arma in piu’ per il nostro sistema agricolo e produttivo, in una fase in cui i mercati mondiali si aprono piu’ velocemente per il mondo della spumantistica”. Lo ha spiegato l’assessore regionale all’Agricoltura Gianni Fava, presentando questa mattina l’edizione 2017 del ‘Festival Franciacorta Estate’, con Vittorio Moretti, presidente Consorzio Franciacorta, e Lucia Barzano’, presidente della ‘Strada del Franciacorta’, in occasione del Vinitaly 2017, giunto quest’anno all’edizione numero 51.

”Un evento di grande successo, quest’anno nel corso del Festival d’estate si potra’ discutere insieme su quello che la Franciacorta vuole diventare – ha aggiunto Fava – . In Consiglio regionale abbiamo approvato, infatti, una delibera che istituisce questa grande area, per cui ragionare d’ora in poi con una logica di sviluppo precisa. Un passo molto importante, dato che la vocazione turistica dell’area spesso non conviveva facilmente con il resto del territorio provinciale”.

PIANO AREA PER LA FRANCIACORTA – “Il fatto che per la prima volta si e’ pensato a un piano d’area e’ un caso unico, – ha ricordato Fava – ora abbiamo uno strumento che puo’ dare lustro alla zona con la prospettiva definita dell’enoturismo, in una logica di medio lungo periodo. Una grande innovazione che richiede impegno forte del presidente Moretti, per un percorso che va riempito di contenuti. Ora ci sono anche gli strumenti legislativi, per dare a un territorio la stessa grande reputazione che ha il prodotto.

Dobbiamo percio’ fare scelte che non vadano in contraddizione con la vocazione che ha il territorio. Il Festival rappresenta anche l’occasione per spiegare dove vuole andare e quale sara’ la Franciacorta del futuro. Noi daremo il nostro sostegno all’ iniziativa, sostenuta negli anni dall’affetto del pubblico, e grazie all’impegno degli operatori di una zona che punta a una nuova e rinnovata scelta di fare economia facendo sistema e incoming con l’enoturismo”.