Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Esteri

Siria, Hnc: sostegno ad eventuale azione militare Usa

Lo ha detto il capo coordinatore dell'Alto comitato per i negoziati dell'opposizione siriana commentando le parole di Trump sulla possibilità di intervenire militarmente in Siria
fonte: ilVelino/AGV NEWS/Sputnik
di red/dna

L’Alto comitato per i negoziati dell’opposizione siriana (High Negotiations Committee, Hnc) sostiene l’eventualità di un intervento militare degli Stati uniti in Siria contro il presidente Bashar Assad in risposta all’attacco chimico della provincia di Idlib. Lo ha detto oggi a Sputnik il capo coordinatore Hnc Riyad Hijab dopo il tweet della reporter della Cnn Dana Bash, secondo la quale il presidente Usa Donald Trump avrebbe detto ad alcuni membri del Congresso che starebbe prendendo in considerazione l’idea di una non meglio specificata operazione militare in Siria in seguito all’attacco chimico che ha causato quasi 80 morti e 200 feriti a Khan Shaykhun. Hijab ha detto di ritenere “molto importante per la comunità internazionale e gli Usa muoversi su tutti i fronti, su quello politico e diplomatico, su quello delle Nazioni Unite e su quello militare contro il regime di Assad”. L’esponente dell’opposizione ha accusato Assad di aver usato armi chimiche in molte occasioni durante i sei anni di guerra civile in Siria e la Russia di voler “proteggere il regime e coprirne i crimini”. Per questo motivo, – ha concluso Hijab – “sosteniamo qualunque opzione a nostra disposizione per porre fine alla sofferenza della Siria”.

The Syrian opposition High Negotiations Committee (HNC) support US military action against Syrian President Bashar Assad in response to an alleged chemical attack in Idlib, HNC chief coordinator Riyad Hijab told Sputnik on Thursday. On Wednesday, US President Donald Trump reportedly told members of the US Congress that he was planning military action in Syria in response to a suspected chemical attack by Syrian government forces against militants in the Idlib province. The president did not specify any details on the planned action. “I believe it is very important for the international community and the United States to move on all fronts, on the political and diplomatic fronts, on the United Nations and military [fronts] against the Assad regime,” Hijab said when asked whether the HNC supported Trump’s plans. The opposition member accused Assad of dozens of instances of chemical weapon deployment over the course of Syria’s six-year civil war, including the 2013 as well as Ghouta incident, accusing Russia of protecting the regime. “Russia tries to protect this regime and covers its crimes… So we support whatever options we have to put an end to the Syrian suffering,” he said.