Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Campania, Politica

Campania, De Luca: “ospitiamo Toti in maniera amichevole e cordiale, da italiani”

Il governatore sul dragaggio portuale: "Gemellati. Andiamo con il secchiello a togliere la sabbia"
fonte: ilVelino/AGV NEWS
di Redazione Campania

“Siamo lieti questa mattina di ospitare il presidente Toti, credo che sia un’iniziativa di grande valore simbolico. Lo ospitiamo in maniera amichevole e cordiale, da italiani. Da responsabili istituzionali che non rinunciano neanche per un attimo alla propria caratteristica di essere parte di una Patria da difendere, valorizzando cosi l’unità nazionale”. Cosi il presidente della Regione, Vincenzo De Luca che nella Sala Giunta di Palazzo Santa Lucia, ha firmato con il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, il protocollo dal titolo ‘L’Economia del mare’. “Firmiamo un protocollo d’intesa tra Regione Campania e Liguria che ha al centro il tema dell’economia del mare, ma non soltanto questo. Voglio sottolineare il valore ideale di questo atto, credo che l’Italia stia vivendo nella sua vita pubblica un momento di grande imbarbarimento, il dibattito pubblico è segnato da momenti di tensione, da un clima di aggressività che io considero inaccettabile per un Paese civile. Con il presidente Toti abbiamo una sintonia che è legata alla propensione alla concretezza dell’attività amministrativa. Abbiamo una comune propensione a ragionare su elementi di competitività dei nostri territori e dei nostri sistemi economici. Siamo impegnati sulle questioni di merito e di sostanza che riguardano il futuro delle nostre comunità“. Dopo aver firmato il protocollo, il governatore campano ha affrontato il tema del dragaggio nel porto di Napoli: “Anche in questo siamo gemellati con il presidente Toti, abbiamo entrambi la propensione ad andare con il secchiello a togliere la sabbia – ha detto De Luca con una battuta – perché qui ormai ci vogliono 10 anni per fare un lavoro di scavo e non è possibile. Parliamoci chiaro questo è uno dei punti rimasti irrisolti del nostro Paese, è necessaria una sburocratizzazione radicale, qui bisogna adoperare la spada. L’idea che una moltiplicazione delle norme possa essere a tutela della trasparenza è totalmente sbagliata. La semplicità dei processi decisionali garantisce realmente la trasparenza e correttezza”. De Luca ha poi sottolineato che malgrado le differenze tra le due regioni, numerose sono le caratteristiche simili. “La Liguria e la Campania hanno problemi ambientali e territoriali analoghi, anche la Liguria è proiettata sul mare schiacciata dalle montagne. È un territorio difficile da governare dal punto di vista idrogeologico. Abbiamo dal punto di vista produttivo processi di deindustrializzazione che hanno segnato in maniera pensate entrambe le regioni, ma abbiamo punti di eccellenza nel campo delle università e nei centri di ricerca. Per entrambi Pero la sicurezza delle famiglie è un bene primario che va garantito senza ideologismi. Abbiamo una comune attenzione ai temi della sburocratizzazione. Viviamo la fatica delle procedure amministrative e la fatica di rapporti con il governo centrale, con le amministrazioni centrali, con il Cipe. I tempi di decisione che abbiamo in Italia sono incompatibili con i tempi della competizione globale: ciò che in altri Paesi avviene in un mese in Italia avviene in 10 anni, questo penalizza i nostri sistemi economici”.