Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Agroalimentare, Riso

Riso, Castiglione: Mipaaf e Mise lavorano per rafforzare la tutela del prodotto nazionale

Il 13 aprile prossima riunione del tavolo di filiera alla presenza del Ministro Martina
fonte: AGV NEWS/AGRICOLAE
di Agricolae

“Il ministero delle Politiche agricole, di concerto con lo Sviluppo economico sta lavorando con tutta la filiera per sfruttare fino in fondo le deleghe previste dal collegato agricolo del 2016 con l’obiettivo di aggiornare la normativa di settore sul commercio interno del riso e sulla gestione del patrimonio varietale nazionale, anche per rafforzare la tutela del riso nazionale”. È quanto afferma il sottosegretario del Mipaaf Giuseppe Castiglione rispondendo a un’interpellanza in Aula. Il sottosegretario ha ricordato che una riunione del Tavolo di filiera del riso, per analizzare le tematiche relative al comparto e l’effetto di mercato delle importazioni da Paesi terzi, si terrà il 13 aprile alla presenza del ministro Maurizio Martina. “Mi preme sottolineare come sia stato proprio il Governo ad evidenziare di squilibri di mercato provocati all’azzeramento dei dazi sull’importazione del riso dalla Cambogia e Myanmar – ha ricordato Castiglione –.



Un accordo che se da un lato danneggia i nostri produttori, dall’altro non sembra avvantaggiare i piccoli produttori locali, ma al contrario, alcuni investimenti speculativi. Proprio per questo già nel 2014 il Governo ha richiesto l’attivazione della clausola di salvaguardia prevista dalla normativa comunitaria fornendo alla Commissione dell’Unione europea un dossier con le problematiche del settore risicolo con riferimento mirato a quello europeo e a quelle italiano in particolare”.



L’EUROPEAN RICE PLATFORM – “Per rilanciare ancora la sollecitazione verso la Commissione europea, il 20 febbraio si è svolto su iniziativa del Governo italiano, un incontro con tutti i Paesi produttori di riso (erano presenti il Portogallo, la Spagna, la Francia, la Grecia, la Romania, la Bulgaria), al fine di raggruppare e rafforzare il ruolo e la posizione produttori interessati, con il coinvolgimento altresì delle autorità politiche e dei rappresentanti degli operatori di tutta la filiera dell’Unione ed è stata utilizzata l’istituzione dell’European Rice Platform – ha sottolineato il sottosegretario –.



All’incontro, primo forum del riso a Milano, hanno partecipato i rappresentanti delle amministrazioni e delle filiere nazionale, nonché i rappresentanti delle associazioni europee risicole dei risicoltori e degli stakeholder. Nel corso del dibattito sono state affrontate le principali questioni che condizionano l’evoluzione della risicoltura europea, le questioni di mercato, l’andamento degli stock, il calo degli investimenti di superficie ad “indica”, nonché gli effetti che determinano sul mercato interno le notevoli importazioni provenienti da alcuni Paesi e dalla Cambogia. In conclusione, i partecipanti hanno sottoscritto un documento unitario di impegno, consegnato ai rappresentanti dei Ministeri, evidenziando la necessità di rimuovere gli ostacoli che si frappongono all’attivazione della clausola di salvaguardia richiesta dall’Italia, di procedere ad un mutuo riconoscimento delle regole che disciplinano i rapporti tra l’Unione e i Paesi terzi, di rinforzare il riconoscimento e la specificità del settore risicolo e di implementare iniziative per aumentare il consumo del riso”.



TAVOLO AL MIPAAF IL 13 APRILE – “A livello nazionale, inoltre, abbiamo anche istituito, dallo scorso anno, un tavolo di concertazione per le politiche di mercato del riso, che rappresenta le amministrazioni, ma rappresenta anche la filiera di settore, con la finalità di monitorare il mercato nazionale, ma soprattutto di monitorare il mercato internazionale, effettuare studi e ricerche, individuare criticità e definire proposte – ha concluso Castiglione –. La prossima riunione del tavolo di filiera è convocata per il 13 aprile al Ministero delle politiche agricole a Roma, alla presenza del Ministro Martina. Nell’ultimo Consiglio dei ministri europeo ho rappresentato anche la gravissima situazione e l’emergenza che vive tutto il settore risicolo italiano”.