Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Politica

Orellana (Aut), tutelare diritti transessuali nei cie e nelle carceri

Orellana (Aut), tutelare diritti transessuali nei cie e nelle carceri
fonte: ilVelino/AGV NEWS
di com/mal

“Le persone transessuali detenute negli istituti penitenziari sono spesso vittime di ghettizzazione, oltretutto in Italia mancano specifiche leggi che ne tutelino i diritti in tali situazioni di reclusione. É recentemente rimbalzata agli onori della cronaca la triste vicenda di una transessuale di origine brasiliana, in Italia da 17 anni, che, dopo aver perso il lavoro e il permesso di soggiorno, è stata internata presso il CIE di Brindisi.” E’ quanto denuncia il senatore Luis Alberto Orellana (Autonomie) in una interrogazione sottoscritta dai senatori Longo, Uras e Battista. “In un paese civile non è accettabile – afferma Orellana – che venga offesa la dignità di questa persona, reclusa in una struttura priva di un reparto femminile, e dunque detenuta in un settore maschile a contatto con centinaia di uomini e sotto la continua minaccia di violenze. Abbiamo interpellato, pertanto, il ministro della Giustizia per chiedere quali azioni intenda adottare al fine di tutelare l’integrità psicofisica di questa persona. E’ altresì urgente che venga colmato il vuoto normativo esistente circa la detenzione delle persone transessuali negli istituti penitenziari e nei centri di identificazione ed espulsione. La forte eterogeneità e promiscuità delle persone detenute all’interno dei cie può dare origine a situazioni molto tese e pericolose. Il governo prenda provvedimenti adeguati prima che tali tensioni possano degenerare.”