Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Campania, Cronaca

Comuni, assegnazione alloggi popolari: nasce il caso a Scampia

Il sindaco di Napoli: “Uffici comunali hanno applicato la normativa”
fonte: ilVelino/AGV NEWS
di rep/red

Tra mille difficoltà abbiamo assegnato 188 alloggi, che io sappia, gli uffici composti da persone attente, sempre a contatto con l’Avvocatura, hanno applicato la normativa. Se in questa normativa regionale ci sono delle lacune, è l’occasione per intervenire, se invece ci sono stati degli errori siamo una casa di vetro”. Così Lo ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, in merito alla notizia lanciata da Il mattino sul caso delle nuove case popolari assegnate a famiglie di pregiudicati per i reati di camorra. il primo cittadino ha dovuto rispondere alle numerose critiche sul caso Scampia. “Verificheremo se ci sono degli errori, anche se dalle notizie che abbiamo avito stamattina non ce ne sono – ha ribadito – e ci tuteleremo in ogni sede da chi danneggia l’immagine della nostra città”. Sulla vicenda è intervenuto anche il neo questore di Napoli, Antonio De Iesu: “non ho gli strumenti per commentare perché non conosco la vicenda ma va approfondita e verificata. Non posso fare una mia valutazione, spetta alle autorità giudiziarie, ma se c’è stata l’assegnazione di case alla criminalita’ organizzata dobbiamo attendere provvedimenti”. Dura la posizione del comune di Napoli, Andrea Santoro (FDI-AN): “L’intera città è sconcertata. Secondo Il Mattino un alloggio potrebbe essere stato destinato alla famiglia di un presunto camorrista indagato per l’omicidio di Antonio Landieri, ragazzo disabile vittima innocente della prima faida di Scampia, morto a soli 25 anni perchè erroneamente scambiato per un appartenente ad un clan rivale nel corso di una stesa”. “Mi auguro che la Procura della Repubblica voglia approfondire ogni singolo aspetto di questa vicenda – ha concluso Santoro – per appurare se ci siano state forzature indebite, di qualsiasi natura, nella predisposizione delle graduatorie dei beneficiari degli alloggi pubblici di Scampia”.