Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Campania, Politica

Napoli, Amato e Fiola (Pd): “de Magistris responsabile della situazione critica in cui versa la Anm”

La nota delle consigliere regionali
fonte: ilVelino/AGV NEWS
di rep/com

“De Magistris finge di dimenticare che governa Napoli da oltre cinque anni e che da altrettanto tempo è responsabile della situazione critica in cui versa la Anm. C’è un argomento sul quale una volta tanto sia capace di fare autocritica?”. Lo dichiarano in una nota Enza Amato e Bruna Fiola, consigliere regionali del Partito Democratico. “In queste settimane i cittadini di Napoli stanno vivendo giorni di pesanti disagi per il trasporto pubblico su gomma – aggiungono Amato e Fiola – lavoratori e sindacati sono in agitazione, l’azienda vive grosse difficoltà economiche, il sindaco parla del piano di rilancio dell’azienda approntato in queste ore come se fosse appena arrivato e quando gli si fa notare che Anm versa in queste condizioni da tempo riversa le colpe sulla Giunta De Luca con frasi del tipo: ‘la Regione ci ha tagliato i fondi’, ‘a De Luca i soldi per l’Eav li ha dati Renzi in cambio del Sì al Referendum’. Vorremmo ricordare a De Magistris – continuano Amato e Fiola – che la giunta De Luca da quando si è insediata, constatata la situazione critica dell’Eav, azienda regionale, si è attivata per trovare soluzioni finanziarie e gestionali per evitarne il fallimento. Lo ha fatto nell’interesse sia degli oltre 3000 dipendenti sia per garantire il servizio ai cittadini, senza stare troppo a lamentare la gestione disastrosa del passato. Per l’Anm, azienda del Comune di Napoli, la giunta De Luca ha da subito avviato l’interlocuzione con l’azienda riconoscendo 5 milioni di euro per le cause 2011 e 2012 e per gli anni successivi, facendo uno sforzo enorme sempre nell’ottica di salvaguardare il trasporto pubblico. Al contrario – concludono Amato e Fiola – De Magistris propone un piano per salvare la Anm e poi ipotizza la fusione con la Ctp condannando le due aziende a un sicuro fallimento. Come Pd ci opporremo, non lo permetteremo. Il Sindaco si assuma finalmente le proprie responsabilità e una volta tanto le ammetta”.