Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Esteri

Usa-Giappone, Tokyo: fronte comune su Corea del Nord

Usa-Giappone, Tokyo: fronte comune su Corea del Nord
fonte: ilVelino/AGV NEWS/Sputnik
di cos

Tokyo e Washington condividono “obiettivi strategici” comuni sulla Corea del Nord. Lo ha detto il ministero degli Esteri giapponese in una dichiarazione dopo la riunione del primo ministro giapponese Shinzo Abe con il Segretario di Stato americano Rex Tillerson. Secondo la dichiarazione, Abe e Tillerson hanno sottolineato l’importanza di “condividere obiettivi strategici comuni” su Pyongyang, mantenendo la forza di dissuasione degli Stati Uniti nella regione e coordinando le politiche di Tokyo e Washington. Le parti si sono dette d’accordo sulla cooperazione tra Stati Uniti, Corea del Sud e Giappone sulla Corea del Nord, sottolineando anche l’importanza del ruolo della Cina. Abe e Tillerson hanno anche espresso preoccupazione per l’attività militare della Cina nel Mar Cinese Orientale e nel Mar Cinese Meridionale, e hanno accettato di collaborare con gli altri Stati per risolvere la situazione.

Tokyo and Washington share common “strategic goals” on North Korea, the Japanese Foreign Ministry said in a statement following the meeting of Japanese Prime Minister Shinzo Abe and US Secretary of State Rex Tillerson. According to the statement, Abe and Tillerson stressed the importance of “sharing common strategic objectives” on Pyongyang, keeping the US deterrent force in the region and coordinating Tokyo and Washington’s policies. The sides reportedly agreed on cooperation between the United States, South Korea and Japan on North Korea, also noting the importance of China’s role in the issue. Abe and Tillerson expressed concern over China’s military activity in the East China Sea and the South China Sea, and agreed to cooperate with other states to resolve the situation. The US secretary of state started his first official trip since assuming the office with northeastern Asia, traveling to Tokyo on March 15, Seoul on March 17 and Beijing on March 18 to hold bilateral meetings with the countries’ leaders.