Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Campania, Politica

Napoli, De Luca: “Corporea e il Planetario sono la linea di emancipazione di chi passa dalle parole ai fatti”

Il governatore: "Realizzare museo per far diventare attrattore l'area di Bagnoli"
fonte: ilVelino/AGV NEWS
di Redazione Campania

“L’inaugurazione di Corporea e del Planetario rappresentano un forte valore simbolico all’incendio a Città della Scienza, rappresenta la reazione ideale politica e istituzionale straordinaria che continua. Una reazione della città di Napoli ad un attentato criminale che ha cercato di bloccarne lo sviluppo”. Lo ha dichiarato il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, sulla presentazione delle due aperture a Città della Scienza: “Corporea”, primo museo interattivo europeo dedicato al corpo umano e il “Dome/3d”, il più grande e avanzato planetario 3d d’Italia, che saranno inaugurati sabato 4 marzo. Per De Luca questa inaugurazione ha anche un altro valore simbolico: “è una conferma della linea di emancipazione che stiamo portando avanti da tempo. La linea di emancipazione di chi passa dalla dimensione delle parole ai fatti ed è una delle rivoluzioni che Napoli deve acquisire”. Un messaggio alla città partenopea che il numero uno di Palazzo Santa Lucia lancia più volte durante l’incontro con la Stampa: “A Napoli – ha continuato – dobbiamo acquisire mutamenti strutturali che possano determinare un cambiamento strutturale di fondo permanente, al di là delle vicende politiche e istituzionali, delle fiammate che di volta in volta esaltano e sottolineano la bellezza e la storia della città. “Il Presidente della Fondazione Vittorio Silvestrini e Vincenzo Lipardi, segretario generale di Città della Scienza che sono con me a questo tavolo sono tra quelli che hanno abbandonato la massa dei parlatori e trasferirsi nel nucleo ristretto dei realizzatori”. “Per accompagnare Città della scienza – ha ricordato De Luca – abbiamo investito 350 mila euro per ‘Futuro Remoto’ e stiamo finanziando altri progetti. “Sono molto carico sul museo che realizzeremo a breve (che sostituirà la struttura incendiata) è il frutto di concorso internazionale di architettura ed è un’idea straordinaria nata dal progetto di tre giovani, sarà un’opera bellissima che dobbiamo realizzare a tutti i costi perché supporta l’dea di far diventare attrattore l’area di Bagnoli. Fra mare cielo e terra sarà una cosa indescrivibile”. Corporea sarà il primo museo interattivo con 14 aree tematiche e la collocazione di reperti archeologici dal Mann. Ci sarà poi un ‘Database’ del corpo umano, del DnA e poi alla fine ci si potrà stendere su una superfice di centinaia di chiodi: “tanto noi in Regione Campania – ha commentato con una battuta – siamo esperti sul tema del dolore”. “potrebbe sembrare un’idea eccentrica la mia, ma credo che le vocazioni possano nascere da esperienze come queste, sono convito che i giovanissimi che avranno modo di visitare il Planetario, immersi in questa atmosfera e messi in condizioni di fare un viaggio spaziale, portati a riflettere sulle galassie, troveranno motivi di ‘appassionanento’ personale”.