Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Campania, Politica

Campania, Fiola (Pd): “Legge contro l’obesità infantile. Istituiremo l’osservatorio regionale “

"Via anche alla settimana dell’attività motoria coinvolgendo anche il Coni"
fonte: ilVelino/AGV NEWS
di rep/com

“Depositata proposta di legge per interventi di prevenzione e riduzione dell’obesità dei bambini e degli adolescenti, promuovendo e consolidando stili di vita e di alimentazione salutari, nonché l’esercizio dell’attività fisica, in tutta la fascia dell’infanzia e dell’adolescenza”. Con queste parole il consigliere regionale del Pd, Bruna Fiola, spiega l’obiettivo della proposta di legge regionale depositata ieri mattina.  “Nelle regioni meridionali – ricorda Fiola – è presente la percentuale più elevata di persone obese di oltre 18 anni, con una maggiore incidenza in Campania, il 41,5%, a fronte di un valore nazionale di 36,2%. È importante prevenire ma anche saper intervenire soprattutto quando si tratta di bambini. Nella legge è prevista l’istituzione da parte della Regione – presso la Direzione Generale per la Tutela della Salute e il Coordinamento del Sistema Sanitario Regionale – dell’Osservatorio regionale sull’obesità. L’Osservatorio dovrà predisporre le linee guida per il percorso diagnostico e terapeutico e per il follow-up dei giovani pazienti affetti da obesità e delle sue complicanze; elaborare programmi per l’aggiornamento dei medici e la formazione del personale sanitario e sociosanitario; predisporre campagne di sensibilizzazione e di educazione alimentare e promuovere l’adozione di sani e corretti stili di vita e di alimentazione atti a prevenire l’insorgenza di nuovi casi e a ridurre la prevalenza dell’obesità nella popolazione; trasmettere, con cadenza annuale, alla Commissione consiliare competente una relazione sull’attività svolta. Inoltre sarà prevista l’istituzione della settimana regionale della promozione dell’attività motoria e della sana alimentazione, per ridurre la sedentarietà, sostenere l’importanza dell’attività sportiva, implementare modelli alimentari adeguati in termini di prevenzione e terapia dell’obesità. Importante – conclude Fiola – sarà anche il coinvolgimento del Coni e degli enti di promozione sportiva e delle associazioni e società sportive dilettantistiche”.