Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Calabria

Reggio Calabria, truffa aggravata: rinviato a giudizio presidente associazione antimafia

Claudio La Camera fondatore di ‘Antigone’ accusato di aver sottratto parte finanziamenti destinati all’associazione
fonte: ilVelino/AGV NEWS
di N&C

Si dovra’ presentare il prossimo 20 aprile di fronte al Tribunale di Reggio Calabria per rispondere di truffa aggravata, falso e malversazione a danno dello Stato, Claudio La Camera, il fondatore e per lungo tempo presidente dell’associazione antimafia ‘Antigone-Museo della ‘ndrangheta’ e in tale veste per anni destinatario di quasi un milione di euro di finanziamenti pubblici. Quasi la meta’ – circa 434mila euro, secondo le indagini approfondite della Guardia di finanza – non sono finiti in programmi e progetti destinati a costruire una cultura antimafia, ma sarebbero stati destinati a fini personali dell’allora presidente Claudio La Camera. Una truffa – ipotizzano il procuratore aggiunto Gaetano Paci e il pm Giuseppe Lombardo – “in concorso con ulteriori soggetti a cui carico si procede separatamente”. Si tratta – e’ emerso in passato da una dettagliata informativa della Guardia di finanza – di funzionari e dirigenti di Provincia e Regione, come di diversi esponenti politici, che nel tempo avrebbero sovvenzionato La Camera. Per loro, le indagini proseguono. Per gli inquirenti, nel corso degli anni, La Camera avrebbe ritoccato documenti e rendiconti per giustificare l’impiego delle somme ricevute, e in tal modo “procurava a se’ ed altri soggetti, in corso di compiuta identificazione, un ingiusto profitto a cui corrispondeva un danno di rilevante gravita’ per i predetti enti pubblici locali quantificabile in una somma di denaro complessiva pari ad almeno € 434.214,27”.