Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Calabria

‘Ndrangheta, processo clan Mancuso: giudici in Camera Consiglio

Attesa sentenza nonostante pronuncia Cassazione su ricusazione componenti
fonte: ilVelino/AGV NEWS
di N&C

Sono entrati in Camera di Consiglio i giudici del Tribunale collegiale chiamati a giudicare i 21 imputati del processo “Black Money” contro il clan Mancuso di Limbadi. I giudici del Tribunale collegiale sono in Camera di Consiglio per giudicare i 21 imputati del processo contro il clan Mancuso, denominato ‘Black Money’. Una sentenza che arriva nonostante una richiesta di ricusazione di due componenti del Collegio, pronunciata dalla Cassazione. I due, infatti, ritengono di non aver ricevuto nessuna comunicazione del ricorso e della successiva pronuncia della Cassazione. La pubblica accusa rappresentata dalla pm Marisa Manzini ha chiesto in totale 219 anni e 2 mesi totali di carcere per le 21 persone coinvolte nell’inchiesta ed accusate, a vario titolo, di associazione mafiosa, estorsione, usura, armi, evasione fiscale, esterovestizione. Nello specifico, le richieste per gli imputati sono: Giovanni Mancuso, 29 anni di reclusione; Agostino Papaianni, 28 anni e 6 mesi; Antonio Mancuso (cl. 1938), 27 anni; Pantaleone Mancuso, 26 anni e 6 mesi; Giuseppe Mancuso, 19 anni; Gaetano Muscia, 14 anni; Damian Fialek, 12 anni e 8 mesi; Leonardo Cuppari, 12 anni e 6 mesi; Antonino Castagna, 12 anni; Antonio Prestia, 7 anni; Antonio Velardo, 5 anni; Nicola Angelo Castagna, 3 anni; Filippo Mondella, 3 anni; Carmela Lo Preste, 3 anni; Giuseppe Papaianni, 3 anni; Raffaele Corigliano, 3 anni; Ottorino Ciccarelli, 3 anni; Alberto Caputo, 3 anni; Pantaleone Zoccali, 2 anni e 6 mesi; Carmina Mazzitelli, 2 anni e 6 mesi; Federico Francesco Buccafusca, assoluzione. Per otto di loro è stata avanzata anche la richiesta di ammende per un totale di 33mila euro.