Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Politica, Partito democratico

Pd, Cuperlo a Renzi: Fermati e costruisci le condizioni di una stagione diversa

“La sinistra si spezza, perde quando accadono due cose: la sua identità viene denigrata e un ceto politico mette se stesso davanti a tutto”
fonte: ilVelino/AGV NEWS
di Redazione

“Al segretario del partito lo ripeto: se hai a cuore il destino del Pd e della sinistra dico ‘fermati un istante’ e costruisci le condizioni di una stagione diversa”. E ancora: “Se fossi il segretario del Pd o se potessi dare a lui un consiglio fraterno, gli direi: ‘cerca il bene della tua comunità, gli direi dimettiti domani e convoca quel congresso’ che può rigenerare un popolo segnato. Sarebbe la via per misurarsi tutti, non solo lui, con una sconfitta, con una serie di sconfitte che possono punire non solo una leadership ma un intero progetto”. Lo ha detto Gianni Cuperlo, aprendo i lavori dell’Assemblea nazionale di SinistraDem Campo aperto, rivolgendosi al segretario Matteo Renzi. Che ha poi esortato a “chiamare il popolo a condividere l’obbligo maggiore: decidere come ci si rialza”. Secondo Cuperlo l’unica alternativa senza congresso sono le primarie che “non potranno risolversi solo nella conta di una domenica”.

“La sinistra si spezza, perde quando accadono due cose: la sua identità viene denigrata e un ceto politico mette se stesso davanti a tutto”, ha precisato ancora Cuperlo ricordando che i giovani “hanno voltato le spalle” al governo “più giovane” della storia. “Sono impressionato dalla rimozione della sconfitta di dicembre, segretario non è stato un calcio di rigore sbagliato ma una stagione si è chiusa – ha detto Cuperlo a Renzi –. Fino all’ultimo abbiamo cercato di diminuire le distanze e abbiamo detto a Renzi ‘stai sbagliando perché dividi il paese e la sinistra, ma non c’è stato ascolto, la critica equivaleva a sabotare e così si è arrivati allo shutdown, ma davanti alla risposta fragorosa delle urne puoi solo fermarti e capire, e io al segretario lo ripeto: se hai a cuore il destino del Pd e della sinistra fermati un istante e costruisci le condizioni di una stagione diversa”.