Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Economia

Elettrici, Furlan (Cisl): Positiva la firma del nuovo contratto del settore

Elettrici, Furlan (Cisl): Positiva la firma del nuovo contratto del settore
fonte: ilVelino/AGV NEWS
di red/asp

“E’ davvero importante ed innovativo l’accordo siglato stanotte per il nuovo contratto del settore elettrico. Un segnale positivo in un momento non facile per i problemi della rete elettrica a causa dell’eccezionale ondata di maltempo che ha colpito il nostro paese”. Lo sottolinea in una nota la Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan. “La firma di questo contratto è un altro tassello importante che si va ad aggiungere ai contratti nazionali firmati negli ultimi mesi dal sindacato confederale. Va dato atto alla nostra categoria, la Flaei Cisl, di aver trovato insieme agli altri sindacati, delle soluzioni davvero innovative, confermando la centralità del contratto nazionale ed assicurando subito ai lavoratori il pieno recupero salariale attraverso un aumento complessivo di 105 euro nel triennio, di cui 70 sui minimi contrattuali, 20 euro sul premio di produttività e 15 euro sul welfare contrattuale. E’ importante sottolineare che i 20 euro di produttività, se l’inflazione programmata alla fine del triennio sarà uguale o superiore al 2,7 per cento, si aggiungeranno ai minimi contrattuali per un totale di 90 euro. Si scommette anche sui nuovi istituti di welfare aziendale, orientato alle attuali esigenze delle famiglie, e sulla partecipazione dei lavoratori e delle lavoratrici ai necessari cambiamenti del settore elettrico ed energetico del nostro paese, con la novità importante di un fondo di solidarietà bilaterale per la gestione delle crisi occupazionali e l’eventuale ricollocazione dei lavoratori, insieme ad una polizza in caso di “premorienza” di sostegno alla famiglia. E’ insomma un nuovo contratto che difende il potere d’acquisto dei lavoratori ma punta sulla valutazione della produttività, con un modello nuovo di relazioni industriali partecipative, peraltro già avanzato nel settore elettrico. Un buon viatico ed un punto di riferimento per la definizione del nuovo modello contrattuale che stiamo definendo con tutte le associazioni imprenditoriali”.