Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Campania, Politica

Napoli, caos condono. Valente: “Comune calpesta diritti dei proprietari casa”

La democrat: "de Magistris chiarisca se è dalla parte dei cittadini oppure no"
fonte: ilVelino/AGV NEWS
di rep/com

“E’ assurdo e illogico chiedere dopo tanti anni, ai cittadini altri soldi, col ricatto della titolarità degli immobili, senza distinguere tra chi non è condonabile, chi è in attesa del condono con le pratiche bloccate proprio dal Comune e chi addirittura ha ricevuto un regolare permesso a costruire in sanatoria”. Lo afferma Valeria Valente, deputata e capogruppo Pd in Consiglio Comunale a margine di un’assemblea pubblica sulla questione delle pratiche di condono. “Dopo aver chiesto una commissione consiliare per ascoltare i dirigenti, protocollato una richiesta d’accesso agli atti, presentato un’interrogazione sulla questione, abbiamo incontrato, in un’ assemblea pubblica, i cittadini residenti in tanti quartieri di Napoli che hanno concluso le pratiche di condono, versato tutti i contributi di legge e sono proprietari a tutti gli effetti delle proprie case. Noi siamo dalla parte chi vuole riconosciuti i propri diritti. Invece che fa il sindaco del Comune di Napoli, l’ente che ha generato tutto questo? Parla di giustizia sostanziale e giustizia formale? Non era contro i burocrati e le leggi che mortificano gli ultimi? Non era per il diritto alla casa a tutti? Adesso di fronte a presunte minacce di intervento della Corte dei Conti calpesta il diritto ad abitare”. Per la democrat, il Sindaco dovrebbe chiedere a Napoli Servizi di “mettere a reddito il patrimonio immobiliare del Comune invece di sparare nel mucchio delle tante famiglie che si sono messe in regola. E’ inaccettabile – ha poi aggiunto Valente – pensare di fare cassa sulla pelle dei cittadini, invece che far funzionare la macchina comunale e la Napoli Servizi ridotta ormai a un carrozzone politico”.