Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Calabria

Calabria, intimidazione sindaco Bruno; Graziano: abbiamo bisogno di sicurezza

Consigliere regionale Cdl: dal governo potenziare organi giudiziari e di controllo
fonte: ilVelino/AGV NEWS
di N&C

“A Isola Capo Rizzuto si è consumato l’ennesimo e deprecabile atto di intimidazione ai danni di un’Istituzione calabrese. Abbiamo bisogno di sicurezza e di un intervento autorevole del governo perché dia più consistenza ai tutori dell’ordine per evitare che le tentate ingerenze e intromissioni della criminalità non abbiano il sopravvento sul diritto e la giustizia. L’obiettivo di chi commette atti come quello di cui è stato vittima il sindaco Gianluca Bruno – al quale rivolgo la mia piena ed incondizionata solidarietà – è quello di neutralizzare e beffeggiare l’autorevolezza delle Istituzioni e dello Stato. E questo non può accadere. Pertanto, bisogna essere fermi e decisi, affinché si mettano, da subito, le Forze dell’ordine e la magistratura calabrese nelle condizioni di poter operare per presidiare al meglio il territorio e non lasciare impuniti gli autori di questi gesti vili e meschini. C’è ed è reale, in senso generale, un deficit di sicurezza che bisogna subito colmare”. È quanto dichiara in una nota il consigliere regionale Cdl Giuseppe Graziano.Purtroppo – dichiara Graziano – quanto accaduto non è un caso isolato. Ma l’ultimo di una lunga serie di atti intimidatori che stanno interessando di recente i rappresentati istituzionali del Comune di Isola Capo Rizzuto. Una realtà difficile dove, purtroppo, la criminalità organizzata da tempo cerca di pervadere il tessuto sociale e prendere il sopravvento sulla gestione della cosa pubblica. Non possiamo permettere che ciò accada. E quando amministratori coraggiosi frenano queste ambizioni, allora si registrano questi avvenimenti”. “Ovviamente – aggiunge – non conosciamo la natura dell’atto vandalico di cui è stato vittima il sindaco di Isola, ma tutto, specie i precedenti, lascia presagire che possa esserci una mano criminale. Da uomo delle istituzioni ma, ancor prima, da ufficiale dello Stato, nel porgere la solidarietà a Gianluca Bruno, rinnovo il mio impegno a persuadere il governo affinché potenzi gli organi giudiziari e di controllo in un territorio come la Calabria dove c’è bisogno, più che altrove – conclude Graziano -, della presenza forte ed autorevole dello Stato”.