Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Cronaca

Asr-Anm: diritto di cronaca e querele

Prima volta di una formazione congiunta giornalisti-magistrati
fonte: ilVelino/AGV NEWS
di com/onp

“Giustizia ed informazione, la deontologia del cronista” è il titolo di una giornata di formazione che avrà luogo il 26 gennaio a Roma. Promossa ed organizzata dalla macroarea articolo 21 dell’Associazione Stampa Romana inaugurerà per la prima volta una finestra di dialogo e confronto con l’Associazione dei magistrati di Roma e del Lazio (Anm), in un’ ottica di conoscenza e ascolto reciproco, per approfondire regole, limiti e perimetri di agibilità della professione giornalistica. E’ una giornata che riceve il patrocinio della Federazione Nazionale della Stampa. “Si partirà dalla disamina dei reati penali ascrivibili ad un uso scorretto della professione, per poi porre le questioni più urgenti che, invece, di fatto intimidiscono e creano ostacoli illegittimi ad una corretta informazione, raccontate oggi dai nostri iscritti, con i fatti e dati raccolti dall’Osservatorio Ossigeno per l’informazione. Un incontro, dunque, di aggiornamento e formazione, alla luce di un’analisi attenta della realtà della regione Lazio, da ragionare con rigore, nell’ottica di lavorare per una migliore garanzia della libertà di stampa e per il bene pubblico di tutti i cittadini. I dati, raccolti dall’Osservatorio Ossigeno, evidenziano, infatti, un clima preoccupante nei riguardi degli operatori dell’informazione. La Regione Lazio anche nel 2016 continua a essere maglia nera per numero di minacce, intimidazioni e querele ai cronisti. Le pressioni non arrivano solo da contesti malavitosi e di criminalità organizzata ma anche, a volte, da reti di potere. Dobbiamo anche considerare gli ostacoli materiali che a volte intralciano il lavoro quotidiano dei giornalisti nel rapporto con i Palazzi di Giustizia, indicatori di un clima, di cui occorre analizzare le patologie, le consuetudini poco corrette, le prassi sbagliate anche nell’organizzazione dei diversi uffici”. Scrivono in una nota Graziella Di Mambro, coordinatrice macro area ASR articolo 21, Lazzaro Pappagallo, segretario ASR, e Monica Soldano, delegata segreteria ASR articolo 21. “Con questa giornata formativa dedicata e rivolta a tutti i giornalisti del Lazio ed in particolare delle province più colpite da queste vicende, l’ Associazione Stampa Romana intende avviare un lavoro culturale, politico e sindacale con un interlocutore indispensabile come l’Associazione Nazionale dei magistrati del Lazio. Il 26 gennaio, nella sede della FNSI a Roma, in corso Vittorio Emanuele 349, saranno con noi per l’ANM, il presidente Mario Dovinola, il segretario Costantino De Robbio, Giacomo Ebner, Sabrina Lorenzo e Paolo Auriemma. Dopo l’apertura con tre Interventi/lezioni da parte dei magistrati su temi come accesso alle fonti, querele e diffamazioni, il segretario di Stampa Romana, Lazzaro Pappagallo, coordinerà il tavolo delle questioni aperte in compagnia dei magistrati e dei colleghi Alberto Spampinato, Federica Angeli e Graziella Di Mambro. Nel pomeriggio seguirà un approfondimento didattico nel merito di alcuni casi specifici e della giurisprudenza recente, che verranno esposti dai giornalisti Giuseppe Mennella, Giovanni del Giaccio e Riccardo Orioles con la partecipazione del magistrato Paolo Auriemma. Il tavolo sarà coordinato da Monica Soldano, componente della Segreteria di Stampa Romana e della macroarea articolo 21. Il corso in piattaforma Sigef (controllare enti terzi) garantirà nove crediti formativi. Se non riuscite a iscrivervi per raggiunta quota non scoraggiatevi. Esperienza insegna che non mancano le rinunce e la conseguente disponibilità di posti”.