Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Politica

Immigrazione, Silli (FI): Pessimo lavoro governo con paesi ‘a monte’

Il responsabile nazionale immigrazione di Forza Italia: "Sarebbe interessante capire che cosa si stia facendo sugli accordi bilaterali con i paesi dai quali provengono i profughi"
fonte: ilVelino/AGV NEWS
di com/dna

“Se da una parte Forza Italia osserva l’operato del ministro Minniti in maniera positiva, trattandosi di fatto del nostro programma in materia di immigrazione, non può fare lo stesso per quanto riguarda il ministro degli esteri Alfano”. Lo afferma Giorgio Silli, responsabile nazionale immigrazione di Forza Italia. “Sarebbe decisamente interessante – prosegue Silli – capire che cosa si stia facendo riguardo al tema degli accordi bilaterali con i paesi dai quali provengono i profughi, ma soprattutto sarebbe utile capire l’Italia che ruolo gioca nei tentavi (se vi sono) di risolvere i conflitti che causano ed hanno causato questo esodo di massa. La politica non può sempre essere interventismo, deve obbligatoriamente essere anche lungimiranza. Inutile spendere fiumi di inchiostro per fare interventi inerenti il problema ‘a valle’ (Cie, integrazione, accoglienza, eccetera) se ancora si perdono vite umane ogni giorno in mare, se ancora ‘a monte’ si continua a partire. Che ruolo gioca l’Italia nella vicenda nigeriana di Boko Haram ad esempio oppure che ruolo gioca nell’ambito della dittatura eritrea ? Come si pone – aggiunge – nei confronti delle difficili situazioni politiche in Somalia o Etiopia ? Spero meglio di come si pose l’Europa nei confronti della primavera araba. Sfido chiunque parli solo di accoglienza, dalle associazioni di assistenza, ai partiti di sinistra, alla Chiesa italiana stessa, a non considerare – conclude Silli – il lavoro diplomatico ‘a monte’ ugualmente importante se non addirittura più importante dell’accoglienza stessa”.