Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Politica

Processo rating, Brunetta: nel 2011 Italia era solidissima

Processo rating, Brunetta: nel 2011 Italia era solidissima
fonte: ilVelino/AGV NEWS
di com/chi

“Il rush finale del Processo di Trani sulle agenzie di rating conferma quello che andiamo sostenendo da ormai più di 5 anni. Nel novembre 2011 il governo Berlusconi fu fatto cadere per motivi che nulla avevano a che vedere con la solidità politica ed economica del nostro Paese. In Italia ci fu un vero e proprio colpo di Stato. Nella giornata di ieri il pm del Tribunale di Trani, Michele Ruggiero, ha chiesto la condanna alla pena di 9 mesi di reclusione e 16mila euro di multa a carico dell’analista di Fitch David Riley, all’epoca dei fatti capo del rating sovrano. Riley e’ accusato di aver fornito in due occasioni (il 10 e il 17 gennaio 2012) anticipazioni sull’imminente doppio declassamento del rating dell’Italia (da A a BBB+) deciso da Fitch ufficialmente solo il 27 gennaio 2012. In questo modo – secondo l’accusa – ha turbato in negativo l’andamento del mercato finanziario italiano”. Lo scrive su Facebook Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.

“Gli analisti di Fitch ‘travestono, mascherano le anticipazioni indebite sul declassamento imminente del rating dell’Italia attraverso spiegazioni di precedenti rating’, ha detto il pm Michele Ruggiero nella requisitoria al processo per manipolazione del mercato. “Cosi’ – ha sottolineato – si sottraggono alle sanzioni della Consob, perche’ le anticipazioni del rating sono vietate dai regolamenti, ma il mercato li prende sul serio. Infatti, c’e’ stata volatilita’ negativa sul mercato’. Se si guarda il documento sulla stabilita’ finanziaria dell’Italia, ‘nel 2011 il nostro Paese stava messo meglio di tutti’ gli altri Paesi europei, ha aggiunto Ruggiero. Quindi, ‘non c’erano neppure i presupposti per il doppio declassamento del rating dell’Italia (da A a BBB+) deciso da Fitch nel gennaio 2012. I fondamentali economici della stabilita’ dell’Italia nel 2011 non erano solidi, erano solidissimi’ – ha aggiunto Ruggiero – spiegando che ‘Monti, durante una conferenza stampa tenuta prima del rating watch negativo di Fitch del 16 dicembre, presento’ riforme strutturali importanti per il nostro Paese’. ‘Vi ricordate le lacrime della Fornero?’, ha chiesto il pm al Tribunale, rievocando la presentazione della riforma delle pensioni. ‘Con questi potenziali economici non ci potevano declassare’, ha concluso”.