Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Campania, Sanità

Nola, pazienti curati sul pavimento nel napoletano: Noiconsumatori pronti con class action

Nas per verificare problematiche e indagine interna attivata dal governatore De Luca
fonte: ilVelino/AGV NEWS
di Redazione Campania

Dopo un video pubblicato sui social network, che ha fatto il giro del web e delle tv sui disagi all’interno dell’Ospedale di Nola, nel napoletano, il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, ha disposto un’ispezione al Santa Maria della Pietà e dalle 10.30 di stamattina i carabinieri del Nas sono sul posto per accertare quanto accaduto. Secondo quanto mostrato dalle immagini, i pazienti sono stati curati su materassi e coperte appoggiate direttamente sul pavimento. La direzione sanitaria del nosocomio ha sottolineato che sabato c’è stata un’affluenza eccessiva e che i medici hanno preferito curare tutti anziché mandare a casa gli ammalati. In tanti, soprattutto politici, hanno lanciato l’allarme sulle condizioni di emergenza in cui versa l’ospedale di Nola. Il deputato di FI, Paolo Russo ha annunciato un’interrogazione parlamentare per “denunciare la scandalosa situazione degli ammalati adagiati a terra perché mancano letti e barelle”. Immediata anche la reazione di Noiconsumatori.it: “l’arrivo del gelo polare – si legge nella nota – fa esplodere negli ospedali cittadini e in provincia le carenze endemiche della sanità campana, in primo luogo il fenomeno dell’ospedale come ‘rifugio’ per i cittadini nelle condizioni più disperate di vita, oltre che di salute in senso stretto. Ai mali storici della sanità in Campania si sommano le emergenze mai risanate, portando al collasso la situazione attuale in molti nosocomi dove, nonostante lo sforzo incessante del personale medico e paramedico, si può arrivare a scene da terzo mondo”. “chiediamo l’intervento della magistratura per la punizione dei responsabili, di chi non è stato capace di far rispettare i diritti costituzionali e siamo pronti ad avviare una class action con le conseguenti richieste di risarcimento danni per le vittime e per i loro familiari, con azioni legali che non solo serviranno a fare giustizia per le vittime di tanto abbandono, ma saranno lo stimolo principale per costringere i rappresentanti delle istituzioni a mettere in campo un welfare e una sanità degni di un Paese civile”. intanto ieri sera, il presidente della Campania, Vincenzo De Luca, ha avviato indagini interne per “una puntuale verifica dei fatti e per accertare tutte le responsabilità”.