Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Politica

Immigrati, visita del M5s al centro di accoglienza di Cona

“Struttura disumana, specchio del fallimento delle politiche per l’immigrazione di centro sinistra e di centro destra”
fonte: ilVelino/AGV NEWS
di com/onp

Questa mattina una delegazione di portavoce del M5S ha visitato il Centro di accoglienza di Cona, teatro di scontri nei giorni scorsi a seguito del decesso di una richiedente asilo. “Numerosa la presenza di portavoce 5 stelle oltre ai tre rappresentanti entrati in struttura quali i Consiglieri Comunali Caniato, Martinello, Bernardini, Roin, oltre al altri attivisti della bassa padovana e di Lendinara. Confermate le criticità evidenziate già in altri centri simili” dichiara il senatore Cappelletti “che vanno dal sovraffollamento al vissuto quotidiano alle lungaggini burocratiche per ottenere l’autorizzazione al soggiorno. A tal proposito, vanno potenziate le Commissioni per la valutazione delle richieste d’asilo, in modo da ottenere risposte più rapide”. Il senatore si domanda “se il ministro Minniti abbia mai letto il Rapporto della Commissione sui Diritti Umani del Senato, nel quale si evince il fallimento totale del progetto CIE. Bisogna invece spingere sui progetti SPRAR che sono -oltretutto- sottoposti ad una rendicontazione economica più rigorosa”. Prosegue la consigliera regionale Bartelle “Con i suoi 1300 ospiti ormai la struttura ha raggiunto il collasso, ingestibile anche dal punto di vista tecnico/logistico. Visitai il Centro alla sua apertura e già a suo tempo avevo fatto rilevare che i 50/70 ospiti iniziali risultavano essere troppi. Conclude la portavoce regionale “la situazione è ormai diventata ingestibile e molte sono le ombre che saranno chiarite dalle Procure di Padova e Rovigo, che hanno aperto dei fascicoli d’inchiesta nei confronti della cooperativa che gestisce i vari Centri e cioè Edeco/Ecofficina”. La portavoce Benedetti sottolinea “Pur capendo le difficoltà operative della cooperativa Edeco/Ecofficina, riteniamo importante che l’ANAC verifichi, come da nostro esposto, se i bandi vinti siano regolarmente onorati”. “Peraltro l’ANAC, dovesse rilevare irregolarità, può, in base all’art 32 della L. 114 del 2014 proporre al Prefetto il commissariamento della cooperativa Edeco/Ecofficina” ricorda Benedetti. Da questa visita, infine, tutti i portavoce hanno avuto ulteriore certezza di quanto le soluzioni semplicistiche sbandierate da forze politiche come la Lega, dimostrino in realtà tutta l’ignoranza sul sistema di accoglienza degli immigrati. Lo si apprende da una nota stampa.